IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Unesco, Sergio Maifredi entra a far parte della Commissione Nazionale

Più informazioni su

[thumb:15628:l]Sergio Maifredi, 43 anni, organizzatore e regista, oggi direttore di Teatri Possibili Liguria, presidente del Circuito Nazionale Teatri Possibili, direttore del Teatro Curci a Barletta, entra a far parte della Commissione Nazionale per l’Unesco., Tra i circa 60 nuovi membri spiccano nomi come Alan Elkann, Folco Quilici e Francesco Buranelli, già direttore dei Musei Vaticani.

La prima riunione formale dellìassemblea della Commissione è stata convocata dal presidente professor Giovanni Puglisi alla Farnesina, alla presenza del Ministro Franco Frattini. L’incarico per Sergio Maifredi è un ulteriore sprono all’impegno per la valorizzazione del territorio attraverso la cultura, mission che da molti anni porta avanti attraverso progetti che hanno rappresentato un volano per l’economia dei luoghi interessati dalle attività culturali: uno per tutti ed il più recente i Teatri del Ponente Ligure, una rete teatrale, con I Frantoi dell’arte.

Sergio Maifredi a tal proposito ha dichiarato: “Cercherò di fare in modo che qualcosa di legato alla Liguria diventi un patrimonio di tutta l’umanità e punterò sulla canzone d’autore ligure, in particolare su De André, sulla valorizzazione del monte di Portofino e sulla musica di Paganini”.

Una delle missioni principali dell’Unesco consiste nell’identificazione, nella tutela e nella trasmissione alle generazioni future dei patrimoni culturali e naturali di tutto il mondo. L’Unesco ha finora riconosciuto un totale di 890 siti di estremo interesse considerati veri e propri “Patrimoni dell’Umanità” presenti in 148 Paesi del mondo. Attualmente l’Italia è la nazione che può vantare il maggior numero di siti inclusi all¹interno di tale lista, 44.

Presenti in tutti i Paesi membri dell’Unesco, le Commissioni Nazionali hanno lo scopo di favorire e promuovere l’attuazione dei programmi Unesco sul territorio di riferimento, stimolando l’azione delle istituzioni, della società civile, del mondo culturale, educativo e scientifico. Spetta inoltre a esse diffondere, soprattutto fra i giovani, gli ideali dell’organizzazione e divulgare informazioni sui suoi principi, sui suoi obiettivi e sulle sue attività.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.