IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo, Cerminara (Federalberghi): soddisfatti per il ponte dell’Immacolata

[thumb:1249:l]Provincia. Non si è registrato il tutto esaurito negli alberghi della Provincia di Savona nel tanto atteso ponte dell’Immacolata. Benché i dati ufficiali siano ancora in corso di elaborazione, il presidente provinciale di Federalberghi Giuseppe Cerminara si dice soddisfatto dell’afflusso di turisti ma non usa i toni entusiastici scomodati dai vertici di categoria alla vigilia della lunga festa dell’8 dicembre.

Secondo un’indagine condotta dalla Federalberghi nazionale, il giro d’affari avrebbe dovuto superare abbondantemente il miliardo di euro, una previsione che, coi tempi che corrono, suonava come conferma del turismo quale traino dell’economia italiana. A ponte terminato, mentre gli addetti ai lavori snocciolano numeri e statistiche, il numero uno dell’associazione savonese degli albergatori si concede a considerazioni, piuttosto che a numeri, ad indicazioni piuttosto che a tabelle.

La prima considerazione riguarda le strutture alberghiere stesse. Molte sono rimaste chiuse per prepararsi agli impegni natalizi, una scelta che potrebbe sembrare discutibile ma, secondo Cerminara, è una decisione logica. ” Terminata la stagione estiva e aspettando le vacanze natalizie, molte strutture che erano chiuse non hanno riaperto. Chi non è dentro il mestiere forse lo ignora, ma mettere in moto un albergo non è cosa semplice”. Forse, viene da pensare, la spesa di riaprire con tanto di personale non valeva la resa in termini economici.

Il secondo aspetto analizzato riguarda l’identikit del turista tipo che, nel ponte appena terminato, è salito con famiglia su treno, auto o aereo per raggiungere le mète turistiche. Anche qui, la provincia ha registrato un piccolo cambiamento: “Si sono spostati nella maggioranza famiglie giovani con bambini, attratti da mète precise, come le grotte di Toirano o l’acquario di Genova”.

Per parlare di numeri a livello nazionale, invece, si sono spostati circa 5,4 milioni di persone, l’11,3% del totale della popolazione maggiorenne. Di questi, la grandissima maggioranza ha scelto la nostra penisola, mentre solo il 10% di vacanzieri ha preferito varcare i confini nazionali. La neve, condizioni meteo permettendo, era sulla carta la scelta più gettonata, ma anche il mare, con un 18% di preferenze sempre su base nazionale, ha sfoderato il suo destagionalizzato appeal.

Meglio per le strutture alberghiere della zona, per le quali è difficile fare una mappatura. Il buon senso ci porta a pensare che alcune zone siano più sfruttate, più pronte all’accoglienza ed alte decisamente meno attrezzate, ma, come ha spiegato Cerminara, “è difficile classificare le zone che hanno reso di più e i fanalini di coda, troppi i paramentri da considerare”. Sicuramente tra queste voci figura la storia, la tradizione alberghiera, le possibilità di crescita, la possibilità di investire

Archiviato il ponte dell’Immacolata, la Federalberghi nazionale ha lanciato una sfida: allineare le aliquote Iva della ricettività alberghiera alla tendenza europea, come stanno facendo i cugini d’oltralpe, la cui Iva è attualmente al 5,5%. D’altronde, i dati sulle scelte dei viaggiatori parlano chiaro: quasi la metà di loro sceglie un hotel, con una spesa pro-capite che supera i 200 euro. Occorre, pertanto, approfittare di questo trend.

“Siamo soddisfatti dei risultati di questo ponte ma ci aspettavamo di più”. L’osservazione finale del Presidente savonese di Federalberghi fa presagire l’allineamento con le richieste di modifiche nazionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.