IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Santa Lucia: festa nell’oratorio con la “cassa” restaurata

[thumb:15507:l]Savona. Manca meno di una settimana alla tradizionale festa di Santa Lucia, uno degli eventi dell’anno più sentiti a Savona. Per l’occasione domenica 13 dicembre si potrà, lungo l’arco della giornata, visitare l’oratorio dedicato alla martire e partecipare alle Messe che saranno celebrate alle ore 8, 10 e 16,30. Da non molti giorni inoltre ha fatto ritorno nell’oratorio la cassa “L’incoronazione di spine” di Anton Maria Maragliano, opera legata alla sua maturità artistica. Il gruppo ligneo del Maragliano è stato sottoposto ad una manutenzione curata dal laboratorio Nino Silvestri Restauro con sede in vico sant’Ignazio a Genova e con il contributo della Fondazione del Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca dei Baldi.

“Il problema era soprattutto un attacco di insetti che avevano infestato la base del gruppo ligneo – spiega il dottor Paolo Pacini dell’Ufficio beni culturali della diocesi di Savona -, il dottor Silvestri ha applicato il sistema Veloxi, con una specie di pellicola di plastica: praticamente si toglie l’ossigeno e si immettono alte percentuali di azoto provocando così la morte degli insetti, delle larve e delle uova. Si è proceduto poi alla revisione della statica del gruppo ligneo con qualche piccolo aggiustamento di posizionamento delle due sculture in piedi rispetto al Cristo. Il gruppo, infatti, è formato da tre statue distinte e il movimento durante la processione del venerdì santo può provocare qualche modifica. Una particolarità del gruppo è che le mani degli sbirri che incoronano e tengono fermo il volto di Gesù sono scolpite nel blocco del Cristo quindi, smontato il gruppo, gli sbirri rimangono senza le mani. Infine si è provveduto alla pulizia delle vernici che erano ingiallite”.

“Quando siamo entrati in santa Lucia abbiamo dovuto fare dei lavori – spiega il confratello Francesco Noberasco – abbiamo comperato il terreno e creato un vano per mettere le casse perché non c’era spazio per sistemarle in chiesa. Le casse escono al piano della strada per mezzo di un argano manovrato a mano. Per la processione del 2010 dovremmo avere già in dotazione un motore che permetta il movimento dell’argano, motore realizzato da un confratello dei santi Giovanni Battista, Evangelista e Petronilla”.

L’oratorio ha aderito all’iniziativa che ha coinvolto varie confraternite di Savona al fine di tenere aperta la chiesa per tre lunedì di novembre. “Siamo rimasti aperti non solo per i croceristi ma anche per le persone che sono in zona o che transitano a piedi e che abbiano voglia di entrare e sostare. Ad aprile dovrebbe ripetersi l’iniziativa sperando di far conoscere a qualche turista questa chiesetta un po’ fuori mano rispetto al centro di Savona. – dichiara Maria Carla Tabò, priora della confraternita dei santi Agostino e Monica -. Io comunque sono quasi sempre al sabato mattina in confraternita dalle 10 alle 11, quando ci sono la porta la apro e se qualcuno ha piacere di entrare è il benvenuto. Se qualche gruppo avesse poi intenzione di visitare santa Lucia può contattarmi magari con un po’ d’anticipo sul numero di cellulare 3479073798. In caso non potessi essere disponibile posso fornire il numero di un altro confratello”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.