IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, “Natale con noi!”: la Provincia promuove concerti e spettacoli teatrali

[thumb:15528:l]Savona. Una nuova proposta culturale arricchirà le festività natalizie della provincia di Savona. Il progetto, promosso dall’assessorato alla cultura della Provincia di Savona con il sostegno economico della F.G. Riciclaggi, si chiamerà “Natale con noi!” e promuove un calendario di appuntamenti dedicati alla polifonia vocale e al teatro.

“Quest’anno abbiamo deciso di promuovere una nuova proposta culturale nel periodo natalizio – spiega l’assessore provinciale alla cultura Livio Bracco -, che si realizza con un ciclo di concerti e di spettacoli teatrali che toccheranno quattordici comuni del nostro territorio provinciale. Ringrazio il Coro Lirico Monteverdi e l’Associazione Culturale Timoteo che si sono rese disponibili a realizzare questo calendario di appuntamenti e sono certo che la collaborazione si riproporrà l’anno prossimo con un calendario anche più ricco”.

“Ritengo che iniziative culturali come questa siano lo strumento più efficace e più autentico per recuperare il valore della tradizione, quello della memoria, e il patrimonio culturale di ogni singola comunità. Il periodo natalizio è l’occasione in cui è più facile stare insieme e, soprattutto, è il momento in cui i valori della nostra religione, della nostra cultura e tradizione riescono a `scavalcare’ per un po’ gli affanni e le preoccupazioni di tutti i giorni. Ma ancora di più è la festa dei bambini, il loro momento `magico’ che noi adulti viviamo per intensità ed emozioni proprio attraverso l’incanto, l’aspettativa e lo stupore dei nostri figli” ha detto il presidente della Provincia Angelo Vaccarezza.

“La musica e le favole, il teatro e l’immaginazione sono i veicoli naturali dei più autentici messaggi di amore, solidarietà e di calore, ma sono anche gli strumenti più immediati per aiutare a crescere i più piccini ed portarli, per mano, a capire anche i lati meno facili della vita. Il concerto di Natale e Il Gran Teatro rappresentano tutto questo ed è un onore per la Provincia di Savona e per me sostenere e partecipare a iniziative di questo livello” ha aggiunto Vaccarezza.

Sono due gli itinerari artistici della prima edizione di “Natale con Noi!. Il primo, che toccherà i luoghi di culto della provincia di Savona, propone un concerto dedicato alla polifonia sacra della tradizione classica europea. Protagonista sarà il Coro Lirico Claudio Monteverdi, diretto dal Maestro Giuseppe Tardito. Il secondo percorso, dedicato al teatro, vedrà quale interprete l’attore savonese Elio Berti, che metterà in scena una fiaba a lieto fine, in pieno spirito natalizio.

Sono sei le città che ospiteranno il “Concerto di Natale” del Coro Lirico Claudio Monteverdi. La rassegna itinerante partirà da Savona, il 15 dicembre, nella Basilica del Santuario, con il concerto inaugurale. Poi, toccherà, l’Oratorio S. Giuseppe di Varazze (18 dicembre), la Chiesa Parrocchiale N.S. Stella Maris di Albisola Superiore (19 dicembre), la Chiesa N.S. Regina della Pace di Valle di Vado Ligure (22 dicembre), la Chiesa S. Agostino a Loano (23 dicembre) e la Chiesa Parrocchiale di Cosseria (9 gennaio).

“Il Coro Lirico Claudio Monteverdi – dichiara il presidente dell’associazione, Luciano Garolla -, si accinge ad eseguire una serie di concerti nella provincia Savonese patrocinati dallo sponsor di riferimento del coro la F.G. Riciclaggi, in collaborazione con l’Amministrazione provinciale e i diversi comuni interessati agli eventi.
In questo difficile periodo di forte crisi sociale ed economica globale, siano di buon auspicio tutte le festività natalizie in compagnia della musica e il coro Monteverdi cercherà di onorare nel migliore dei modi consentiti dalla sua natura amatoriale. I canti del repertorio proposto appartengono ad un genere musicale che tratta come argomento principale il Natale. Questi brani sono canti corali a più voci e sono espressione di profondi sentimenti di socialità e per la modalità di esecuzione e contenuti, affinano lo spirito e rinforzano i valori religiosi, patriottici e popolari”.

In questo contesto il Maestro Giuseppe Tardito ha selezionato brani di musica sacra di elevato contenuto artistico religioso quali: la “Cantata Corale” di Bach, il “Panis Angelicus” di Franc e “L’Ave Maria” di Gounod, il patriottico “Dettingen Tedeum Laudamus” di Handel senza trascurare i canti popolari natalizi della tradizione europea. Per un coro che normalmente esegue brani di musica operistica, nel programma non poteva mancare un riferimento a grandi maestri quali: W. A. Mozart e G. Verdi, di quest’ultimo verranno eseguiti brani di ispirazione religiosa tratti dall’opera “La forza del destino”. Durante i concerti l’effetto orchestra è assicurato dai giovani e talentuosi musicisti: Diego Bitetto alla tastiera e Leano Tardito alle percussioni.

Sono otto le date delle tappe dello spettacolo “Il Gran Teatro” di e con Elio Berti, prodotto dalla Compagnia Timoteo Teatro. Il tour provinciale natalizio prenderà il via il 27 dicembre, nel Teatro Casone di Ortovero. Poi toccherà il Salone delle Feste della S.O.M.S. di Carcare (28 Dicembre), il Salone delle Feste di Borghetto S.S. (29 Dicembre), il Cinema Teatro Parrocchiale di Altare (30 Dicembre), il Cinema Teatro Vittorio Gassman di Borgio Verezzi (2 Gennaio), la Sala Palace di Spotorno (2 Gennaio), il Castello Costa del Carretto di Garlenda (3 Gennaio) e la sala S.M.S. Aurora di Valleggia a Quiliano (4 Gennaio).

“E’ un grande piacere – dice Elio Berti – aver trovato il sostegno di TIMOTEOteatro e dell’Amministrazione Provinciale di Savona, la collaborazione della Fondazione Theodora e soprattutto è una soddisfazione personale poter proporre durante le festività natalizie uno spettacolo che parla di libertà e di futuro rivolto ai grandi e piccoli. E’ proprio in questo periodo infatti che nelle famiglie e nelle comunità si fanno bilanci e talvolta previsioni, ma è anche il periodo che pensiamo alle sofferenze degli altri”.

“Il testo dedicato a Gianni Rodari mette in evidenza la difficoltà che ogni giorno tutti incontriamo per vivere in libertà ma soprattutto per vivere in accordo col mondo, questo mondo sbagliato dove tutti vanno alla ricerca di qualcosa di nuovo, di diverso, di alternativo dove “cambiare” non vuol dire “fare” e dove la fantasia talvolta diventa realtà. Un libro, ritrovato in mezzo a scatole e bauli dove si narra di tre marionette alla ricerca della libertà, un narratore, che sarà la guida della storia ma anche l’interprete di tutti i personaggi: ecco i protagonisti del ‘Gran Teatro”. Arlecchino, Pulcinella e Colombina troveranno padroni, amici e nemici che ostacoleranno e talvolta favoriranno il loro percorso, proprio come nella vita, arrivando finalmente a trovare uno scopo per il quale lottare e sopravvivere: un mondo migliore. Un essere umano che rispetta un altro essere umano gli fa un grande dono: la libertà. Eppure talvolta, troppo spesso gli uomini se lo dimenticano a beneficio di denaro, piacere, razza, colore, religione, sesso e potere. Il Gran Teatro vuole far conoscere ai piccoli quanto sia importante la libertà e ai grandi ricordare che i piccoli sono stati avvisati” ha concluso Berti. Le iniziative sono ad ingresso gratuito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.