IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, il coro lirico Claudio Monteverdi apre la rassegna “Natale con noi!” foto

[thumb:4366:l]Savona. Domani, martedì 15 dicembre, nella Basilica del Santuario di Savona, prenderà il via la rassegna “Natale con noi!”, progetto culturale dedicato alla polifonia vocale e al teatro, promosso dall’assessorato alla Cultura della Provincia di Savona con il sostegno economico della F.G. Riciclaggi.

Alle ore 21, a dare il via al circuito natalizio sarà il coro lirico Claudio Monteverdi, diretto dal maestro Giuseppe Tardito, che presenterà il “Concerto di Natale” dedicato alla polifonia sacra della tradizione classica europea. I canti del repertorio proposto nella serata appartengono ad un genere musicale che tratta come argomento principale il Natale. Il maestro Giuseppe Tardito ha selezionato brani di musica sacra di elevato contenuto artistico religioso quali la “Cantata Corale” di Bach, il “Panis Angelicus” di Franc e “L’Ave Maria” di Gounod, il patriottico “Dettingen Tedeum Laudamus” di Handel senza trascurare i canti popolari natalizi della tradizione europea.[image:15637:r]

Per un coro che normalmente esegue brani di musica operistica, nel programma non poteva mancare un riferimento a grandi maestri quali W. A. Mozart e G. Verdi. Di quest’ultimo verranno eseguiti brani di ispirazione religiosa tratti dall’opera “La forza del destino”. Durante i concerti l’effetto orchestra è assicurato dai giovani e talentuosi musicisti: Diego Bitetto alla tastiera e Leano Tardito alle percussioni.

Il coro lirico Claudio Monteverdi (nella foto) è nato a Cosseria nel 1994 per opera del suo maestro Giuseppe Tardito. Diplomato in corno presso il conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria, il maestro Tardito ha svolto una brillante carriera come professore d’orchestra esibendosi con le orchestre Rai di Torino e di Milano, dei teatri “Carlo Felice” di Genova e “La Fenice” di Venezia e come membro stabile nell’orchestra del “Teatro Regio” di Torino, avendo l’opportunità di esercitare la professione sotto la direzione dei più prestigiosi direttori d’orchestra, quali Abbado, Muti, Mazel, Schipers, Matacjic, Morricone ed altri.

L’organico del coro è composto da circa 35 elementi, tutti dilettanti, compresi i solisti, e da un gruppo strumentale comprendente tastiere e percussioni, in grado di simulare l’effetto orchestra con adattamenti di registro conformi a quanto riportato nella partitura orchestrale. In questi anni di attività il Coro ha avuto modo di esibirsi in oltre 400 concerti, alcuni dei quali a fini di solidarietà, eseguiti fra Liguria Piemonte, Valle D’Aosta e Lombardia.

Il repertorio del coro Claudio Monteverdi va dal barocco di Haendel e Bach al classicismo del genio di Mozart, dal “bel canto” rossiniano al romanticismo, da Bellini a Verdi fino al verismo di Mascagni, Leoncavallo, per chiudere, con le peculiarità di Puccini, il ciclo del grande melodramma romantico. Non mancano importanti brani di musica sacra e profana che vanno dalla polifonia sacra del `600 ai cori dell’opera russa dell’800, fino ai celeberrimi “Carmina Burana” di Carl Orff della prima metà del `900. A partire dall’anno 2002 il coro Monteverdi ha inserito nel proprio repertorio l’esecuzione di opere integrali: “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni, “I Pagliacci” di Ruggero Leoncavallo, “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti.

Sono sei le città che ospiteranno il “Concerto di Natale” del coro lirico Claudio Monteverdi. Dopo Savona, la rassegna toccherà l’oratorio san Giuseppe di Varazze (18 dicembre), la chiesa parrocchiale N.S. Stella Maris di Albisola Superiore (19 dicembre), la chiesa N.S. Regina della Pace di Valle di Vado Ligure (22 dicembre), la chiesa sant’Agostino a Loano (23 dicembre) e la chiesa Parrocchiale di Cosseria (9 gennaio).

Il secondo percorso, dedicato al teatro, vedrà quale interprete l’attore savonese Elio Berti, che metterà in scena una fiaba a lieto fine, in pieno spirito natalizio. Sono otto le date delle tappe dello spettacolo “Il Gran Teatro” di e con Elio Berti, prodotto dalla Compagnia Timoteo Teatro. Il tour provinciale natalizio prenderà il via il 27 dicembre, nel Teatro Casone di Ortovero. Poi toccherà il Salone delle Feste della Soms di Carcare (28 dicembre), il Salone delle Feste di Borghetto Santo Spirito (29 dicembre), il Cinema Teatro Parrocchiale di Altare (30 dicembre), il Cinema Teatro Vittorio Gassman di Borgio Verezzi (2 gennaio), la Sala Palace di Spotorno (2 gennaio), il Castello Costa del Carretto di Garlenda (3 gennaio) e la sala S.M.S. Aurora di Valleggia a Quiliano (4 gennaio).

Elio Berti presenterà uno spettacolo che parla di libertà e di futuro rivolto ai grandi e piccoli. Il testo dedicato a Gianni Rodari mette in evidenza la difficoltà che ogni giorno tutti incontriamo per vivere in libertà ma soprattutto per vivere in accordo col mondo. Un libro, ritrovato in mezzo a scatole e bauli dove si narra di tre marionette alla ricerca della libertà, un narratore, che sarà la guida della storia ma anche l’interprete di tutti i personaggi: ecco i protagonisti del “Gran Teatro”. Arlecchino, Pulcinella e Colombina troveranno padroni, amici e nemici che ostacoleranno e talvolta favoriranno il loro percorso, proprio come nella vita, arrivando finalmente a trovare uno scopo per il quale lottare e sopravvivere: un mondo migliore.

Le iniziative sono ad ingresso gratuito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.