IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona: Centri Salute, modelli da imitare

[thumb:15434:l]Savona. Assistenza medica 7 giorni su 7, anche nei giorni festivi e prefestivi, e anche di tipo specialistico. Sono queste le caratteristiche dei Centri Salute della Provincia di Savona che sono diventati dei veri e propri modelli da imitare.

“Questi centri – dice Claudia Agosti, Direttore Sanitario Asl2 – costituiscono una importante opportunità. Si tratta dell’attività svolta dai medici di famiglia all’interno di ambulatori, una prestazione continua e coordinata. L’Asl conta molto su questa risorsa, anche perchè, oltre alla medicina di base, si offrono visite specialistiche. Importante è la continuità assistenziale che offriamo negli otto ambulatori della nostra provincia. A Savona abbiamo ad esempio un ambulatorio che si affianca all’attività di primo soccorso dell’ospedale”.

Francesco Bogliolo, responsabile di Alassio Salute, aggiunge: “Lo scopo è quello di mantenere quello che abbiamo costruito in questi sei anni di lavoro. Soprattutto vorremmo riuscire ad implementare i servizi per il cittadino e magari, se ci riusciamo, anche dare vita ad un sistema che possa permettere con un’economia di scala di lavorare in maniera più sinergica tra i gruppi che sono sorti nella nostra provincia”.

“I cittadini hanno molto apprezzato questo servizio che è garantito sette giorni su sette e che viene offerto indipendentemente dall’orario del medico curante del paziente. Credo che garantire questo servizio di continuità assistenziale sia molto importante” ha aggiunto Giancarlo Markic presidente di Albenga Salute.

Un esperimento iniziato però con qualche difficoltà, dal punto di vista sindacale. “Si tratta di difficoltà superate – precisa Gian Mario Massazza, Presidente di Finale Salute -. Adesso infatti il sindacato prevede addirittura la partecipazione di questi gruppi alle trattative nazionali. E’ innegabile che oramai questi centri costituiscano un modello e siano apprezzati in tutta Italia. Nel 2006, sono infatti stati presentati ad un Congresso Mondiale di Medicina di famiglia che si è tenuto a Firenze, e ora il sottoscritto è diventato membro del direttivo nazionale delle cooperative mediche”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.