IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, biglietti Acts a prezzo ridotto: prolungata la campagna

[thumb:10800:l]Savona. Acts e il Comune di Savona hanno deciso di prolungare fino a domani la campagna “Lascia a casa l’auto durante le feste”. Grazie all’intervento economico del Comune, anche domani, martedì 22 dicembre, i residenti savonesi potranno recarsi presso la biglietteria Acts di piazza del Popolo ed acquistare un carnet di dieci biglietti bus ad un prezzo ridotto di circa la metà rispetto al suo costo originario. Per gli abbonati, il settimanale dal 21 al 27 dicembre, sarà di soli cinque euro anzichè undici, per i non abbonati dieci corse, tra il 21 ed il 31 dicembre, costeranno cinque euro anzichè nove e mezzo.

Il risparmio, rispettivamente di 6,00 e 4,50 euro, è reso possibile dall’intervento economico del Comune di Savona che, in questo modo, regala ai suoi cittadini la metà degli spostamenti effettuabili con un abbonamento o un carnet.

Sull’abbonamento settimanale e sul carnet, inoltre, verrà apposto, dagli addetti Acts, un timbro che ne determinerà la validità in relazione e concomitanza alla campagna “Lascia a casa l’auto durante le feste”. Alle ore 15 di oggi i titoli di viaggio agevolati venduti erano circa 300.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Ogni tanto mi vien voglia di salire su quel misterioso oggetto ingombrante che gironzola mezzo vuoto per la citta’ accellerando solo quando si avvicina alla fermata che non vuole fare (la mia ovviamente).

    Pur vuoto, lento, ed ingombrante cerca sempre di evitare le fermate “facoltative” probabilmente il guidatore ha un premio se trasporta meno passeggeri.

    Normalmente non uso mai il mezzo pubblico perche’ e’ scomodo, costoso, lento …. e non affidabile.

    Scomodo forse …. bisogna raggiungere la fermata e poi aspettare l’arrivo, poi se vi e’ posto ci si siede altrimenti …. si resta appesi ad un gancio come tanti salami.

    Lento forse …. l’ultima volta che ne ho preso uno dovevo ritirare delle analisi (due foglietti che …. si potrebbero anche spedire via internet …. ma no’ bisogna ritirare per forza) lascio casa e vi ritorno (senza i foglietti … l’ufficio era in sciopero per una improvvisata riunione sindacale “@###!”) dopo due ore e cinquanta minuti, il giorno seguente prendo l’auto e rientro con i miei due foglietti dopo meno di mezz’ora (lasciando tre minuti l’auto in sosta vietata altrimenti ero ancora li’ a cercare il posto).

    Costoso ….. si …. non e’ che io mi muova da solo, in genere lo faccio con la moglie e con la nipotina … ed il biglietto non e’ uno ma tra andata e ritorno sono sei ….. cosi’ il mezzo pubblico gira vuoto e consumiamo benzina in due (e se qualcuno si inventasse un biglietto familiare? nelle ore in cui i mezzi girano mezzi vuoti invece di scontare il singolo biglietto che e’ gia’ fin troppo economico rispetto al mezzo privato?).

    Non affidabile …. che senso ha una ultima corsa differenziata rispetto alla linea? che senso ha prendere un mezzo per andare a cena per scoprire che quello stesso mezzo non mi potra’ portare indietro perche’ …. l’ultima corsa e’ alle 21,30? (e non fa’ comunque fermata sotto casa mia perche’ gli e’ antipatica) La sicurezza …. la possibilita’ di fare affidamento su un mezzo pubblico e’ insita nel fatto che si possa fare affidamento che …. per il ritorno fino alle (24 per esempio) un mezzo ci sara’ sempre … anche se con una cadenza meno frequente.

    E poi … se ci fosse alla fermata una bella pianta della citta’ con segnati i percorsi e le fermate dei vari mezzi disponibili ……
    e poi … sono sempre senza biglietto e senza soldi ….. pago …. ma con il bancomat o con il telepass … non mi dispiacerebbe depositare le impronte digitali da qualche parte e poi … fruire dei mezzi pubblici pagando di tanto in tanto … salgo mi presento e … paghero’ (una gifra giusta che permetta a chi gestisce il servizio di non operare in situazione fallimentare).

  2. goldrake
    Scritto da goldrake

    E ieri sera gli autobus provvisti di catene dove erano parcheggiati?
    E quei pochi che, per l’inadeguato equipaggiamento, hanno bloccato alcune vie cittadine sono stati multati vero?
    E’ inutile lanciare allarmi meteo se poi, alla prima perturbazione forse rilevante ma certamente non tale, da dover vedere la città e dintorni paralizzati dalla neve per l’ASSENZA DECISIONALE di chi
    certamente era preposto a tentare di alleviare i disagi.
    Per le strade pochissimi mezzi pubblici e molte persone a fotografare, provate a fare l’equazione.
    Buone Feste a Tutti e auguriamoci non nevichi, la città è impreparata alla neve di Natale.

  3. Bruno Pirastu
    Scritto da Bruno Pirastu

    Non dimentichiamo che gli over 80 anni hanno diritto allo sconto !!!!!

  4. goldrake
    Scritto da goldrake

    Azienda e comune hanno preso una buona iniziativa, nel dimenticatoio coloro che sono gli abbonati da sempre e che, tra non molto dovranno, sempre a pagamento, rinnovare la tessera annuale la quale,
    per la sua valenza sembra ricoprire più importanza di altri documenti il cui rinnovo se non decennale è quinquennale.
    Chi più paga meno riceve e tante volte ciò che riceve lo riceve nel collo e anche più in basso.