IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Roccavignale si prepara alla 28esima edizione del presepe vivente

[thumb:15518:l]Roccavignale. Quella di quest’anno sarà l’edizione numero ventotto del presente vivente di Roccavignale, tradizionale rappresentazione natalizia organizzata dalla Pro Loco, e si preannuncia un evento all’insegna della multiculturalità. Tra le decine di figuranti originari del paese o provenienti dai centri limitrofi infatti ci saranno anche alcuni residenti stranieri (una delle quali, Liana Gobgiocova, della Repubblica di Cabardino-Balcaria nel Caucaso, si alternerà con due ragazze italiane nel ruolo di Maria) e in una delle taverne verranno servite specialità arabe.

Come vuole la tradizione il presepe vivente vivrà le sue tre serate il 22, 23 e 24 dicembre, con un prologo importante nel fine settimana precedente, il 20 e 21 dicembre, con le iniziative di Natale organizzate da Comune e Parrocchia. Nel paesino della Val Bormida, arroccato sulle colline al confine con la provincia di Cuneo, tutti i circa 750 abitanti sono al lavoro per cucire gli ultimi costumi, approntare le cucine per le tonnellate di cibo che verranno consumate nelle tre serate, preparare le scenografie, definire i dettagli organizzativi.

“Questo è il momento più concitato dove si accumulano mille cose – dicono i responsabili della Pro Loco -. In realtà, il lavoro comincia sempre mesi prima, la parte burocratica è quella che richiede più tempo. Poi quest’anno abbiamo lanciato un concorso nelle scuole, sul tema `Le stelle e la stella cometa’ che ha richiesto anch’esso una lunga preparazione”. Il concorso è stato proposto agli alunni delle scuole secondarie dei tre Istituti Comprensivi della Val Bormida, Cairo, Carcare e Millesimo, e alle scuole Guidobono di Savona che hanno espressamente richiesto l’invito. Il concorso prevedeva l’elaborazione di una poesia; la poesia del vincitore verrà letta durante il Natale dei Bambini previsto per il pomeriggio del 19 dicembre con inizio alle 14,30.

La formula del presepe vivente rimane quella elaborata negli anni e rivelatasi vincente: il suggestivo borgo di Strada, ambientazione ideale per la Sacra Rappresentazione, si trasforma nella Betlemme di oltre 2.000 anni fa e ospita nelle sue vie, nei suoi cortili e nelle sue piazzette scene della vita di Gesù e brani tratti dai testi sacri. Dalle 19,30, il borgo si animerà con botteghe artigiane e antichi mestieri (prevista quest’anno anche un’esibizione di mangiafuoco), mentre la rappresentazione comincerà intorno alle 21,30 per culminare alle 22,30 con la Natività.

Durante le tre serate, sono programmate proiezioni all’aperto, spettacoli di danza e spazi dedicati ai bambini. Bimbi protagonisti anche del prologo del 20 e 21 dicembre, secondo questo programma: Sabato 19 dicembre (ore 14,30) Natale dei Bambini (premiazione dei vincitori del concorso, concerto delle ragazze della Scuola di Canto “A. Pizzorno” di Millesimo diretta da Marilena Mallarini, doni distribuiti da Babbo Natale); domenica 20 dicembre (ore 21) concerto di Natale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.