IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, predisposta graduatoria “buono casa”: a Savona 850 mila euro

[thumb:9441:l]Regione. E’ stata approvata la graduatoria delle famiglie che beneficeranno del buono casa, il contributo regionale per un valore complessivo di 4.840.000 euro, per l’acquisto della prima casa. Lo ha reso noto oggi l’assessore regionale alle politiche abitative, Maria Bianca Berruti dopo l’approvazione in Giunta dell’elenco dei beneficiari.

Saranno 484 le famiglie liguri che riceveranno il buono casa che destinerà un contributo fisso di 10 mila euro a famiglia. I finanziamenti sono stati ripartiti tra le quattro province: a Savona andranno 850 mila euro, 2 milioni e 690.000 euro a Genova, 450.000 euro a Imperia e 850.000 alla Spezia. Le domande ammesse ai finanziamenti ammontano per la provincia di Genova a 269, per la Provincia di Imperia a 45, per la provincia di La Spezia a 85 e per la Provincia di Savona 85.

Tra i requisiti previsti per la concessione del buono casa avere un I.S.E.E non superiore ai 30 mila euro, essere un nucleo familiare di recente o prossima formazione (56), o un nucleo monoparentale (genitori single con figli a carico 52), o con tre o più figli a carico (8). A questo punto la Giunta regionale provvederà a trasferire il contributo ai comuni capofila che a loro volta lo liquideranno ai nuclei familiari.

Gli alloggi acquistati con il contributo regionale non hanno una superficie superiore ai 95 mq, o caratteristiche di lusso e un prezzo di vendita inferiore a 250.000 euro. Inoltre non potranno essere venduti prima dei 5 anni, se non in presenza di motivi gravi. “In questo modo – spiega l’assessore Berruti – abbiamo soddisfatto la domanda di prima casa di 484 nuclei familiari liguri, agevolando contemporaneamente il recupero del patrimonio immobiliare esistente. Questo bando completa inoltre il disegno strategico della Giunta per agevolare l’accesso alla proprietà da parte dei nuclei familiari ritenuti più deboli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.