IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Provincia, Rambaudi (Pd): “Non è un bilancio coraggioso”

[thumb:9535:l]Provincia. “Un po’ di continuità, taglio burocratico, nessuna scelta di spicco”. Così Lorena Rambaudi, a nome del Gruppo consiliare del Partito Democratico, commenta il bilancio 2010 della Provincia di Savona.

“Un bilancio che ben poco rispecchia il programma elettorale – spiega Rambaudi -, tradotto poi in programma di governo, che si poneva un obiettivo di grande cambiamento amministrativo e di discontinuità rispetto alla passata amministrazione. In particolare la relazione revisionale e programmatica, documento che descrive i programmi e i progetti dei diversi assessorati ha un taglio burocratico-amministrativo e per la maggior parte in continuità con attività già in essere, consolidate nel tempo, ereditate dalle amministrazioni precedenti”.

“Ci saremmo aspettati un po’ più di voglia – prosegue – nel presentare politicamente questo bilancio, nel proporre contenuti propri oltre alle relazioni predisposte dagli uffici. Anche il percorso di presentazione e di discussione nell’ambito della commissione di competenza ha trovato una sua dimensione istituzionale grazie agli stimoli critici della opposizione che ha chiesto tempi e spazi di discussione. Questo bilancio non è un coraggioso, gli investimenti sono molto prudenziali e non portano idee di originalità”.

“Il liberarsi di risorse da destinare alla viabilità nel 2010 è solamente determinato dallo slittamento dei tempi per l’avvio della progettazione e cantierizzazione del polo scolastico di Albenga, slittato negli anni successivi. L’impegno complessivo della viabilità è di 10 milioni e 360 mila euro, a fronte dei 12 milioni e 350 mila del piano triennale precedente. Quindi meno risorse, distribuite diversamente”.

“E’ sparita la posta a bilancio per intervento quota parte – continua la portavoce del Pd – per la realizzazione di un auditorium della Università: ci chiediamo se il motivo è determinato da cause esterne o da una scelta della Provincia. Decisamente limitati gli investimenti di difesa del suolo. Rispetto agli investimenti a caratterizzazione ambientale notiamo un’assenza di impegno su raccolta differenziata ed energie alternative”.

“Sulla spesa corrente sono state diminuite le poste a bilancio dedicate ai programmi e all’attività con una riduzione media della spesa del 4%. Sono stati soprattutto penalizzati gli interventi sociali. Sulla cultura Vaccarezza nel suo programma di governo aveva definito ‘doveroso un forte impegno perché le risorse dedicate alla cultura e ai beni culturali siano decisamente aumentate rispetto alla misera percentuale del bilancio 2009′. Notiamo che quella misera percentuale è stata diminuita del 4%”.

“Sul personale sono stati diminuiti di 33 mila euro le spese sulla formazione e l’aggiornamento in controtendenza con le affermazioni del presidente di voler valorizzare le risorse interne. La spesa del personale viene confermata con una stabilizzazione di risorse a seguito della importante iniziativa di stabilizzazione del personale attuata dalla amministrazione precedente che rivendichiamo come obiettivo politico raggiunto e da valorizzare”.

“Sulle entrate si può dire che non sono state diminuite le tasse, cavallo di battaglia del centrodestra. E’ evidente – dichiara Rambaudi, traendo le conclusioni -, che una forza politica consiliare identifica nella approvazione del bilancio annuale e pluriennale un atto politico importante nel quale le dichiarazione di idee e di intenti devono trovare coerenza nelle scelte, nei numeri, nelle poste a bilancio, negli indirizzi programmatici. Prima ancora di un’eventuale ricerca di sintonia nei programmi e nelle scelte abbiamo provato a ricercare quella coerenza su indicata, ma non l’abbiamo trovata”.

“Certo ci sono scelte che condividiamo quali la realizzazione del Polo scolastico di Albenga, l’impegno sulla viabilità, le scelte strategiche sul trasporto. Sicuramente non troviamo nulla di nuovo, nulla che vada ad identificare questa amministrazione con un progetto innovativo così come si tenta di proporre sul piano mediatico e della comunicazione. Dove è finita la operazione di vendita delle Azioni Autofiori, elemento di tante discussione nel passato consiglio provinciale e inserita nel programma di governo del presidente Vaccarezza? Da quella operazione – sottolinea Rambaldi – era previsto un introito di 6 milioni per migliorare la viabilità con un reale incremento e non solo spostamento di poste”.

“Noi non condividevamo quella idea e lo abbiamo detto nel consiglio sulle linee programmatiche, ma Vaccarezza ha cambiato idea? Le esperienze di governo sono esperienze di crescita che fanno fare i conti con la realtà e con i numeri e – conclude la portavoce del Gruppo consiliare del Pd – le fantasie elettorali o elettoralistiche si sgonfiano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da r. bazzano

    E cosa ci si aspettava? qualcosa di nuovo?
    Tutto quello che “non funzionava” è stato riconfermato (vedi il polo scolastico di Albenga ecc.). Allora delle due l’una: o hanno contato delle musse agli elettori in campagna elettorale o gliele stanno raccontando ora…
    Ai posteri l’ardua sentenza.

    Credo che però guardando bene il bilancio si vede che il buon Presidente Vaccarezza ha riservato un cospicuo fondo pro “cause a Calzedonia”, crocifissi e battaglie inutili ma che “fanno audience”! hahahah!

    P.S. Quando è che questa giunta provinciale fa qualcosa? GLi elettori li hanno eletti per gli slogan sulla “politica del fare”… ma non perchè si facessero gli affari loro e basta.
    Stiamo aspettando da sei mesi…