IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Protezione Civile, Liguria: allerta meteo al livello 1

[thumb:4919:l]Liguria. Messaggio di allerta 1 della Protezione Civile della Regione Liguria per il maltempo da mezzogiorno di domani, venerdì 18 dicembre, fino a mezzogiorno di sabato 19. A partire dalla tarda mattinata di domani è previsto un deciso peggioramento delle condizioni meteo con probabili precipitazioni nevose generalmente di debole intensità. Le precipitazioni assumeranno carattere nevoso a tutte le quote nelle zone interne.

Le nevicate potranno interessare anche le zone costiere, in particolare nel centro e nel ponente del litorale lugure. Nel pomeriggio di domani si prevede un rinforzo dei venti settentrionali fino a 50-60 chilometri l’ora con raffiche intorno ai 70 chilometri. Su tutta la regione rischio di gelate e condizioni di disagio per il freddo. La sala operativa regionale della protezione civile sarà presidiata a partire dalle 12 di domani.

L’ondata di maltempo che da giorni sta interessando l’Italia si intensificherà nelle prossime ore portando neve anche in pianura in vaste aree del nord Italia. Le regioni che saranno maggiormente interessate dalle precipitazioni nevose saranno il Piemonte, la Lombardia, il Veneto, l’Emilia Romagna e, a quote superiori i 200 metri, anche la Liguria, la Toscana e l’Umbria.

“Un enorme vortice di bassa pressione – ha affermato il metereologo del Centro Epson Meteo, Mario Giuliacci – esteso dalla Russia europea fino alla Francia, richiamerà fino a lunedì gelidi venti siberiani su quasi tutta l’Europa posta al di sopra di 40 gradi latitudine, Italia compresa. Sul nostro Paese gli effetti della nuova ondata di freddo, la più intensa dall’inizio del mese, si avvertiranno soprattutto domani quando dalla sera la neve cadrà anche in pianura”.

Sabato – continua Giuliacci – tornerà “il bel tempo sulle regioni nordoccidentali mentre nevicherà ancora, a quote superiori ai 200-400 metri, sui rilievi del Centro e, al mattino, ancora sulle Venezie e sull’Emilia Romagna. Sempre nella giornata di sabato, vi saranno piogge intense, anche temporalesche, sul Meridione e forti gelate, di notte e al mattino, sul Nord Italia”. Secondo Giuliacci domenica il bel tempo interesserà tutto il Centronord ma con forti gelate di notte e al mattino. Ancora piogge, invece, sulle regioni meridionali con nevicate oltre 200-400 metri sul Gargano, sulla Campania e sulla Lucania. Anche lunedì saranno probabili le nevicate persino in pianura su Piemonte e Lombardia.

Da venerdì a domenica – ha osservato Giuliacci – le temperature massime sulle regioni centro settentrionali resteranno ovunque inferiori a 5-6 gradi mentre le minime notturne saranno 3-5 gradi sotto zero con qualche punta anche di 8-10 gradi sotto zero, come a Bolzano, Trento e Cuneo. Per di più il freddo verrà accentuato sulle regioni adriatiche dai forti venti di Bora sull’Adriatico e di Maestrale o Grecale sulle regioni del medio-alto Tirreno. Ma poi tra lunedì e mercoledì le temperature subiranno un forte rialzo e il freddo verrà spazzato via da tutta la penisola e probabilmente non ritornerà sull’Italia almeno fino a Natale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.