IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Prima Categoria: Cerialecisano corsaro ad Imperia, Pietra vittorioso in casa

[thumb:15601:l]Albenga. Pietra Ligure e Cerialecisano, due settimane fa, si trovavano appaiate in testa alla classifica con un punto di vantaggio sulle inseguitrici. Domenica scorsa avevano portato il margine di distacco a tre lunghezze. Oggi sono diventate cinque. Si può ormai parlare di fuga a due nel girone A della Prima Categoria, nel quale le formazioni allenate da Luciano Dondo e Gabriele Gervasi hanno un bilancio identico: 9 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte. Dal punto di vista delle segnature, i pietresi hanno segnato 28 reti, una in più rispetto ai rivali, e vantano pertanto l’attacco più prolifico del girone. Il Cerialecisano, dal canto suo, ha di gran lunga la migliore difesa, con sole 8 reti subite, contro le 13 del Pietra Ligure.

Nel 13° turno la formazione del presidente Mario Roba era attesa dalla temuta trasferta al Nino Ciccione, contro la rinnovata Imperia. I biancoazzurri non si sono lasciati intimorire ed hanno conquistato una meritata vittoria, prevalendo sugli avversari non solo nel punteggio finale ma anche sul piano del gioco. Il vantaggio ospite è arrivato al 3° della ripresa con Balbi, abile a sfruttare un’indecisione della retroguardia imperiese. Passano appena 2′ e i neroazzurri pareggiano con un calcio di rigore trasformato da Pennone, assegnato per un fallo di mano evidente. Il Cerialecisano resta in 10 uomini per l’espulsione di Sciutto, reo di un fallo da dietro ai danni di Cuneo. Nonostante l’inferiorità numerica gli uomini di mister Gervasi trovano il goal vittoria al 20° con un calcio di punizione di Santanelli.

Con lo stesso risultato, 2 a 1, il Pietra Ligure ha piegato la resistenza del Sant’Ampelio. La formazione del presidente Giovanni Balestrino disputa un buon avvio di gara che, al 28°, porta al goal del vantaggio: sugli sviluppi di un’azione sulla fascia sinistra la palla giunge al centro per Fontana che, da fuori area, ha spazio per andare al tiro e infila il pallone tra il portiere e il palo alla sua sinistra. Dopo soli 4′ i bordigotti pareggiano con un calcio di punizione sul quale c’è una deviazione che spiazza Bosio. Nella ripresa la gara non regala particolari emozioni fino al 30°, quando il Pietra usufruisce di un calcio da fermo di cui si incarica Sole: il capitano batte a rete con un tiro potente al quale l’estremo difensore ospite cerca di opporsi a pugni chiusi ma sfiora solamente il pallone che si insacca. Nell’ultimo quarto d’ora la capolista legittima il vantaggio creando altre occasioni pericolose, senza però riuscire a concretizzarle.

La sfida tra le due inseguitrici, Don Bosco Vallecrosia e Sassello, è terminata con un goal per parte. Gli ospiti hanno chiuso la gara con un uomo in meno per l’espulsione di Bernasconi. Per i biancorossi è il 5° pareggio nelle ultime 7 gare, per la squadra di mister Rolando è il 3° nelle ultime 4. E’ stato l’unico segno “X” di una giornata che ha registrato 3 vittorie interne e 4 esterne.

Fra le altre vittorie fuori casa spicca il 3 a 1 con il quale la Baia Alassio Cisano ha espugnato l’Annibale Riva di Albenga. I gialloneri interrompono così un’astinenza di vittorie che durava da 5 turni e possono guardare con più serenità al prosieguo del campionato, forti dei nuovi acquisti di valore. I bianconeri, alla 3° sconfitta consecutiva, scivolano in zona playout. La società ingauna sta cercando di ricostruire la squadra, dopo che se ne sono andati anche Mezzatesta (al Derthona) e Montalto (al Quiliano). In bianconero sono arrivati il portiere Vassallo dalla Cairese e gli attaccanti Zefi dal Vado e Casella dalla Spotornese.

Importante vittoria in chiave salvezza per l’Albisole che, battendo 2 a 1 la Nuova Intemelia, ha abbandonato l’ultima posizione, lasciandola agli stessi ventimigliesi e al Legino. Gli azzurroneri tornano ad assaporare la gioia dei 3 punti dopo una serie negativa di 7 incontri, nei quali hanno ottenuto solamente 1 punto.

L’Albisole aggancia il Millesimo, superato a domicilio da un volitivo Quiliano. Per i giallorossi è crisi: nelle ultime 5 partite hanno raccolto solamente 1 pareggio. La formazione allenata da Gerundo è tornata a vincere dopo 3 gare senza successi.

Prosegue la serie positiva del Bragno, giunto al 3° successo di fila. I biancoverdi sono ormai saldamente entrati nella metà alta della classifica, allontanando gli spettri di inizio stagione quando, dopo 6 turni, avevano totalizzato la miseria di 5 punti. Non riesce invece a dare una svolta al proprio campionato il Legino condotto da Pino Cavallaro, giunto al 9° ko stagionale.

Tuttavia la graduatoria nelle zone basse è ancora piuttosto compatta e c’è spazio per ribaltoni. Pur essendo fuori dalle ultime 5 posizioni, il Camporosso non è certamente al sicuro. I rossoblu sono incappati in una pesante battuta d’arresto al Fornaciari di Altare, dove hanno incassato 4 reti dalla squadra locale. Per la neo promossa Altarese, sempre più tra le protagoniste di questo torneo, sono andati a segno D’Anna, Aime e Rapetto; quest’ultimo ha realizzato una doppietta, con un goal su rigore.

I risultati della 13° giornata, nella quale sono state realizzate 25 reti:
Albenga – Baia Alassio Cisano 1 – 3
Albisole – Nuova Intemelia 2 – 1
Altarese – Camporosso 4 – 0
Don Bosco Vallecrosia – Sassello 1 – 1
Imperia – Cerialecisano 1 – 2
Legino – Bragno 1 – 2
Millesimo – Quiliano 1 – 2
Pietra Ligure – Sant’Ampelio 2 – 1

La classifica vede il Quiliano solitario in 7° posizione:
1° Pietra Ligure 29
1° Cerialecisano 29
3° Don Bosco Vallecrosia 24
3° Sassello 24
5° Imperia 23
5° Altarese 23
7° Quiliano 21
8° Bragno 19
9° Baia Alassio Cisano 16
10° Sant’Ampelio 15
11° Camporosso 13
12° Albenga 12
13° Millesimo 11
13° Albisole 11
15° Nuova Intemelia 8
15° Legino 8

Gli incontri del 14° turno, in programma domenica 20 dicembre alle ore 14,30:
Albisole – Sant’Ampelio (ore 16,30)
Baia Alassio Cisano – Altarese
Bragno – Imperia
Camporosso – Don Bosco Vallecrosia
Cerialecisano – Albenga
Nuova Intemelia – Legino
Quiliano – Pietra Ligure
Sassello – Millesimo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.