IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Musica e solidarietà con il “Sorriso per Savona”

Più informazioni su

[thumb:14393:l]Savona. Il Teatro Chiabrera sarà la cornice, lunedì 21 dicembre (ore 20,45), dell’evento benefico “Un sorriso per Savona”, manifestazione che sposa con successo spettacolo e solidarietà, presentato da Marco Gervino. Fra i prestigiosi ospiti Linda Campanella (soprano) Matteo Peirone (basso) Mauro Castellano (pianista) e il gruppo di musica tradizionale Scirvan oltre alla partecipazione del Coro delle scuole primarie “Alla Massa” e “N.S. della Neve” (diretto da suor Patrizia Gestro) e dell’orchestra dell’istituto Guidobono (diretta da Elena Buttiero e Gianni Lagorio). Momento clou della serata la consegna del “Premio della Bontà” da parte del Vescovo di Savona-Noli Vittorio Lupi.

L’evento benefico è promosso dal Priorato diocesano delle Confraternite con la Consulta delle aggregazioni laicali e con il patrocinio della Città e della Provincia di Savona e della Diocesi di Savona-Noli. La serata torna dopo i successi del 2007 e del 2008 con tante novità, ma con la ricetta vincente di sempre. “Un sorriso per Savona, anzi tre” spiegano gli organizzatori sottolineando come il numero perfetto contraddistingua l’edizione di quest’anno che, manco a dirlo, è la terza e va in scena proprio tre giorni prima della notte di Natale.

“Il primo sorriso è ovviamente per il pubblico – spiegano – con una serata di autentico show grazie alla consolidata formula che unisce giovani talenti e grandi professionisti”. E quest’anno la prima novità è che il Sorriso sarà tutto musicale, con note e suggestioni davvero per tutti i gusti.

“I savonesi, che hanno dimostrato di amare sempre di più questo evento – spiegano ancora i promotori – potranno trasformare il proprio sorriso in un altro, ancora più grande, rivolto alle persone in difficoltà”. Grazie alla generosità del pubblico delle edizioni precedenti infatti, sono stati sostenuti progetti concreti come quelli legati all’Associazione italiana Sclerosi multipla nel 2007 e al Centro aiuto alla vita nel 2008″.

“Quest’anno, altra novità, il progetto benefico sarà comunicato proprio nel corso della serata, scelto fra tre – e non è un caso – diverse proposte” concludono gli organizzatori. Resta quindi l’ultimo sorriso, tanto nascosto, quanto prezioso. Il “Buono dell’anno” – premio biennale che torna dopo l’esordio del 2007 e che costituirà il momento clou della serata, prima del saluto finale del vescovo Vittorio Lupi – cercherà infatti un sorriso fatto di amore quotidiano, generosità non esibita e costruita giorno per giorno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.