IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Master in riabilitazione dei disordini muscoloscheletrici: Capita Selecta a Savona

[thumb:4772:l]Savona. E’ giunta alla decima edizione la giornata gratuita e aperta a tutti dei Capita Selecta del Master in riabilitazione dei disordini muscoloscheletrici coordinato da Marco Testa, fisioterapista di Alassio. Il Master dell’Ateneo genovese, partito nel 1999 nel Campus Universitario di Savona per volontà della Società di Promozione degli Enti Savonesi per l’Università con la collaborazione internazionale della Vrije Universiteit Brussel, è oggi una realtà formativa di eccellenza riconosciuta in tutta Italia. I programmi del Master, riconosciuti dall’International Federation for Orthopedic Manipulative Therapist, sono stati stilati con l’apporto della Facoltà di Fisioterapia dell’Università di Melbourne, di Queensland in Australia e di Brighton in Inghilterra.

Quest’anno durante la giornata studio dei Capita Selecta si affronterà l’argomento della tecnologia avanzata applicata alla riabilitazione. Negli ultimi anni la robotica e i sistemi di virtual reality hanno visto una evoluzione esponenziale dal punto di vista tecnologico e una conseguente diffusione nell’ambito di servizi specializzati in riabilitazione. La giornata vuole fare il punto su opportunità e limiti di queste tecnologie applicate alla riabilitazione e sui possibili sviluppi futuri.

Durante la prima sessione Valentina Squeri, bioingegnere ricercatrice dell’Istituto Italiano di Tecnologia, tratterà diffusamente la “Neuro riabilitazione robotica, i principi e le applicazioni”. Verrà analizzata la riabilitazione dell’arto superiore e del polso in pazienti emiparetici e colpiti da sclerosi multipla tramite le più avanzate tecnologie e la robotica riabilitativa.

La seconda sessione, dedicata alla “Realtà virtuale in riabilitazione”, vedrà impegnato Lamberto Piron, ricercatore nel laboratorio di Emilio Bizzi, nel Department of Brain and Cognitive Sciences del Massachussets Institute of Technology a Cambridge, nell’approfondimento dei principi neurofisiologici dell’utilizzo delle tecnologie di realtà virtuale in riabilitazione.

La sessione terminerà con gli interventi di Michela Agostini, fisioterapista attiva nel laboratorio di Robotica e Cinematica e responsabile scientifica del programma “Teleriabilitazione motoria” all’interno della linea di ricerca corrente “Telemedicina e riabilitazione” presso l’Irccs San Camillo di Venezia, nell’analisi dello stato dell’arte delle applicazioni cliniche e di ricerca delle tecnologie di realtà virtuale in riabilitazione. L’appuntamento è fissato per domenica 13 dicembre alle ore 8,30 presso il Campus universitario di Savona, aula magna in palazzina Lagorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.