IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Margonara, Ravera (Prc): “Per Gambardella e Canavese l’ambiente non ha valore”

[thumb:1002:l]Savona. “L’insensibilità ambientale di Gambardella e Canavese mostra il vero volto del progetto”. E’ quanto dichiara Marco Ravera, segretario provinciale di Rifondazione Comunista, in merito alla questione Margonara.

“Il primo era stato Giovanni Gambardella – attacca Ravera – che nel commentare il parere della Regione sul progetto Fuksas, con grande senso delle istituzioni, aveva replicato: ‘non si può condizionare un progetto da 120 milioni per una cozza’. Oggi, a margine della conferenza dei servizi voluta fortemente dall’Autorità portuale per dare il la al progetto, è il presidente Rino Canavese ad attaccare ambiente e istituzioni, minimizzando o meglio irridendo le motivazioni della VIA regionale recepite dalla Giunta su proposta dell’assessore Franco Zunino”.

“Come affermano diversi testi tecnico-scientifici – spiega Ravera – non ultimo ‘L’atlante degli habitat marini della Liguria’, nella zona interessata dal progetto ‘esiste un tratto di costa rocciosa naturale caratterizzata dalla presenza di numerosi scogli affioranti e sommersi; qui è stata segnalata la presenza del madreporario di origine tropicale Oculina patagonica (Antozoi Sclerattiniari), la cui introduzione nell’area è probabilmente da mettere in relazione con il traffico mercantile'”.

“Per Canavese questo non ha alcun valore e, pertanto, bisognerebbe distruggere il tutto come hanno fatto nel porto di Haifa. Un sito che il Ministero dell’Ambiente e l’Università di Genova indicano come di grande valore naturalistico, per il presidente dell’Autorità portuale di Savona è insignificante, anzi dannoso ed è pertanto sacrificabile. Insomma – conclude il segretario provinciale del Prc – per Gambardella e Canavese gli ‘affari’ valgono più dell’ambiente che ci circonda”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    E visto che ….. questo porticcolo e’ inviso ai piu’ …..

    meglio non farlo

    sulla costa …. ma magari un po’ fuori ….. un atollo artificiale connesso con la terraferma …..

    con dei locali sott’acqua ….. un ristorante in mezzo al mare …. o meglio sotto al mare … una attrazione degna di attirare veramente una quota considerevole di turismo …

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Se su un problema una squadra e’ composta da persone che ragionano allo stesso modo si va’ avanti spediti in una direzione con risultati talvolta ottimi per l’obiettivo che si vuole raggiungere ….

    altri obiettivi vengono purtroppo trascurati ed il risultato per la comunita’ e’ spesso disastroso, se esternamente alla squadra altri la pensano in modo differente …… si arriva a ritardi nella realizzazione che si comprendono poco.

    Se invece la aquadra e’ eterogenea si impiega un po’ piu’ di tempo nella fare “nobile” quella che fa’ agitare le celluline cerebrali, forse questa fase porta a tempi piu’ lunghi in quella fase decisionale che gruppi ristretti vorrebbero avocare (forse per incapacita’ di dialogo) a se’ ….. ma poi quando questa fase creativa si e’ conclusa poi la fase operativa e’ rapidissima.

    Ho organizzato per qualche anno delle manifestazioni fieristiche, si partiva con un anticipo enorme a discutere …. ed a organizzare per poi …. in tre giorni mettere insieme un posto di lavoro efficace per un centinaio di persone.

    Ho l’impressione che questa iniziativa sia il frutto di una squadra inadatta, forse una “squadraccia” il cui lavoro e’ viziato all’origine ……. la cosa piu’ economica e’ “buttare tutto”.

    La parte proponente, la parte imprenditoriale dovrebbe ricominciare da capo impostando diversamente il progetto, cercando interlocutori piu’ eterogenei, e scartando, assieme al vecchio progetto, gli interlocutori che “sembra” non siano in grado di dare al progetto quel “valore aggiunto” che potrebbe forse risolvere in modo efficace i problemi emersi.

    E qui ci si potrebbe sbizzarrire …………

  3. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Il piu’ grande errore fatto a suo tempo e’ quello di convincere l’elettore che mettendo imprenditori (talvolta di successo, altre volte dei mezzi falliti) in posizioni amministrative pubbliche sia un toccasana.

    Non e’ assolutamente vero …..

    una cosa e’ amministrare il pubblico con occhio vigile per l’interesse del cittadino, una cosa decisamente differente e’ amministrare una azienda privata con l’occhio vigile al bilancio ed all’utile.

    Chi ha alcune caratteristiche non puo’ (che raramente) avere anche le altre.

    Personalmente quando mi sono trovato davanti una scheda e la possibilita’ di decidere chi mandare avanti in una carica pubblica e chi invece mantenere nel precedente posto di lavoro …. non ho avuto dubbi:

    l’imprenditore ….. lo lasciamo a casa.

    E’ giusto che un imprenditore non si preoccupi troppo della cozza, ma bisogna evitare che anche l’altra parte ….. quella che rappresente la cozza ….. la pensi allo stesso modo.

  4. Scritto da r. bazzano

    Mi sa che in questo caso Ravera non ha mica tutti i torti… e ci sono anche altre cose di cui ai due non frega nulla.

  5. LEONIDA
    Scritto da GUFO

    CEMENTO

    c’è un grossa diversità….
    il pdl non ha mai fatto campagne
    anti cemento i suoi elettori sanno benissimo
    che l’interno dei suoi membri ex dc,expsi,expli ecc.ecc..
    ci sono imprenditori che fanno il loro mestiere…

    mentre il pd a parole e scritti sono tutti santi
    si fanno appoggiare nei governi da verdi e ambientalisti,
    poi operano come gli altri:centrali, porti, cubature,ecc….
    mattoni e cemento

    ecco allora la grande diversità morale
    ed il rispetto per gli elettori