IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I numeri del Presepe vivente di Roccavignale

[thumb:15646:l]Roccavignale. Duecentocinquanta i figuranti che animeranno la rappresentazione, tre le serate dedicate all’evento (22, 23 e 24 dicembre), 500 i metri di lunghezza del percorso totale, 8 le taverne disseminate lungo la strada, 11 gli antichi mestieri che si potranno vedere dimostrati dal vivo, 11 gli anni del figurante più giovane (esclusi i due Gesù Bambino), Agnese Mantega, nel ruolo dell’Angelo del Sogno, 78 gli anni del figurante più anziano, Giambattista Olivieri, fondatore della manifestazione e presente in tutte le passate edizioni, quest’anno nel ruolo del Profeta.

Sono questi i mumeri della ventottesima edizione del Presepe Vivente di Roccavignale che, quest’anno, tra le tante iniziative “batte moneta”. Per mangiare e bere alla taverne della tradizionale rappresentazione natalizia, organizzata dalla Pro Loco, non basterà infatti avere il portafoglio rigonfio di euro, ma bisognerà rivolgersi al banco di cambio, gestito dall’usuraio, e acquistare i “talenti” (1 euro = 1 talento).

Si potranno così visitare le taverne, veri veicoli promozionali del territorio attraverso i piatti tipici e i prodotti locali, e acquistare pizza, focaccia, fazzini, polenta, farinata, pane fritto, panini con la salsiccia, vin brulé, cioccolata calda e vari dolci arabi preparati e serviti da alcune giovani marocchine residenti a Roccavignale che gestiranno una loro taverna.

Tanti, e alcuni quasi scomparsi, i vecchi mestieri che si potranno vedere dal vivo nel borgo di località Strada dove si svolge il presepe: ci saranno il cestaio, lo scultore di marmo, l’arrotino, lo scultore di legno, i caldarrostai, il ceramista, la ricamatrice, il fabbro e il falegname al lavoro con antichi attrezzi. Ci sarà anche un cercatore d’oro e persino un mangiafuoco. E come avrebbe potuto mancare il trottolaio, dato che l’Associazione dei Trottolai di Roccavignale detiene tuttora numerosi record mondiali nella specialità del far girare trottole di dimensioni minime ed enormi.

L’appuntamento, dunque, è per la sera del 22 dicembre: dalle 19,30, apriranno le botteghe artigiane e le taverne, mentre la rappresentazione comincerà intorno alle 21,30 per culminare alle 22,30 con la Natività. Si replica il 23 e il 24 dicembre, negli stessi orari. Durante le tre serate, sono programmate proiezioni all’aperto, spettacoli di danza e spazi dedicati ai bambini. Bimbi protagonisti anche del prologo del 19 e 20 dicembre, con concerti e la premiazione del concorso di poesia sul tema `Le stelle e la stella cometa’.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.