IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Emergenza neve a Savona, il sindaco Berruti: “La città ha retto bene”

[thumb:15791:l]Savona. “Savona è una città forte e reattiva”. E’ commento del sindaco di Savona Federico Berruti al termine di una dura notte di lavoro da parte di Polizia Municipale, Ata, Volontari della Protezione Civile per la forte nevicata che ha interessato il territorio savonese. “Tutti i servizi hanno funzionato – ha detto Berruti -. Nelle scuole questa mattina erano presenti la maggior parte degli studenti e considero, col senno di poi, che la nostra scelta di tenerle aperte sulla base delle previsioni metereologiche in nostro possesso e delle azioni predisposte per contenere e limitare i disagi, sia stata positiva”.

Giudizio positivo anche sul fronte della mobilità privata e pubblica: “Sono grato per l’impegno profuso dalla Polizia Municipale, dal personale Ata e Acts, ai volontari della Protezione Civile, ma anche ai docenti e al personale delle scuole. Anche i commercianti hanno dato il loro sostegno contribuendo a pulire la città dalla neve. Ognuno ha fatto la sua parte e nel suo insieme la città ha dimostrato di saper gestire una emergenza meteorologica seria; ringrazio ancora tutto il personale e gli uffici che da questa notte hanno lavorato per superare al meglio ogni difficoltà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. sudor
    Scritto da sudor

    Personalmente ho fatto 9 chilometri a piedi per tornare a casa dal luogo di lavoro: Vado Ligure – Albisola! Mentre camminavo vedevo le auto perfettamente ferme. Lasciamo stare che nonostante gli inviti a limitare glli spostamenti, tutti abbiano utilizzato la propria automobile……e che i mezzi di manutenzione e soccorso (incluse le ambulanze) siano rimasti bloccati……ma dire che la città ha retto bene é fare come lo struzzo che nasconde la testa nella sabbia…….senza offesa!

  2. Ghione_Ugo
    Scritto da Ghione_Ugo

    “Savona è una città forte e reattiva”, così dice il Sindaco, “tutti i servizi hanno funzionato. Nelle scuole questa mattina erano presenti la maggior parte degli studenti e considero, col senno di poi, che la nostra scelta di tenerle aperte sulla base delle previsioni meteorologiche in nostro possesso e delle azioni predisposte per contenere e limitare i disagi, sia stata positiva”
    Da docente e da Savonese “reattivo” devo dire che mi sento veramente preso in giro. Nella mia scuola, l’ITG “Alberti” erano presenti meno della metà degli studenti e questo sarebbe il meno, anche diversi docenti hanno avuto grosse difficoltà a raggiungere la scuola, tanto che per le prime due ore ho dovuto tenere due classi contemporaneamente, per un certo verso sono stato fortunato, riuniti tutti nel laboratorio di fisica siamo riusciti ad arrivare ad una temperatura di 18° C, nelle aule non si arrivava ai 15° C.
    Non era certo colpa della neve è da oltre una settimana che il riscaldamento funziona a singhiozzo ed è da anni che aspettiamo che vengano sostituiti gli infissi. Non è il problema di una giornata di emergenza il problema è che nelle scuole la normalità viene gestita in maniera scadente.

  3. Scritto da @ttilio

    jchnusa, alcune cose per conoscerci ( per modo di dire ) meglio : politicamente mi posso definire : disorientato ; non ho votato il sindaco attuale, ma mi sono avvalso del voto disgiunto; sono un tecnico e in questo tema parlo secondo i miei convincimenti tecnici, giusti o sbagliati che siano . Avevo già letto l’interrogazione di De Cia. Roberto, fra l’altro, può considerami un suo caro amico per ormai vecchie appartenenze politiche. De Cia svolge il Suo compito e in particolare si chiede perchè non si è “salato” prima. Venerdì passato, meglio, nella mattina di sabato, a fronte di nevicata certamente meno intensa , i più attenti non avranno potuto fare a meno di notare l’intervento di sgombero e salatura effettuato. Sale che imbiancava ancora. domenica sera, buona parte delle strade cittadine. Salare una strada asciutta non serve a niente. Oltre a creare pericolo per i motocicli , il transito successivo lo disperderà velocemente. Bisognerebbe salare con salamoia ( sale e acqua) , con identico rischio per i motocicli, ma maggiore azione residua, avendo particolari spandisale che non credo siano disponibili in nessuna città di mare mediterranea. Concludo qui, si faceva solo per dire. Senza entrare in politica e morendo dal ridere sui paraocchi . Adios y suerte.

  4. Scritto da antonio gianetto

    Da la Stampa di oggi: Un morto e 70 feriti sulla A6 chiusa al traffico per ore………..
    SAVONA
    Stazione ferroviaria bloccata, ingorgo di un centinaio di camion in porto, una ventina di persone ricoverate al San Paolo in seguito alle cadute sui marciapiedi ghiacciati………. Venti ricoveri al S. Paolo
    Una ventina di persone ieri mattina sono state ricoverate in ospedale in seguito alle cadute provocate dal ghiaccio sui marciapiedi. Fra questi, si segnalano anche numerosi postini. Il caso più grave si è verificato a Legino in via Grondona, dove una persona di 70 è rimasto per un’ora in strada con la doppia frattura di tibia e perone prima che qualcuno riuscisse a chiamare i soccorsi…………..Chiusa dalle 17 anche la Savona-Torino a causa di uno spaventoso incidente in cui sono rimasti coivolti 20 camion, 50 automobili: un tir è caduto dal viadotto di Roccavignale e l’autista, Vito Cavallo, 50 anni, è rimasto ucciso, altre 70 persone sono rimaste ferite. Nei soccorsi sono stati impegnati i pompieri di Savona, Cairo e Mondovì. Questo il bilancio di due giorni di maltempo.
    Ieri, in TV, qualcuno parlando dei treni della Finlandia, diceva che non avevano mai avuto problemi, sapete perche? fanno le regolari manutenzioni !!!!!!!!

  5. Scritto da antonio gianetto

    Dal secolo XIX
    I soliti disfattisti!!! fonte secolo XIX di oggi: «In autostrada ho visto l’inferno»
    i testimoni dell’incidente nel savonese giovanni ciolina
    Savona. «Non avevo mai visto una cosa del genere, con auto delle quali non riconoscevi neanche più il modello. Una scena da brividi». Che Marco Patrone, volontario della protezione civile, sembra provare ancora, quando ha finito l’intervento. ……..
    Un morto e 30 feriti sull’A6
    Autostrada riaperta dalle 8 Ieri pomeriggio, il ghiaccio ha provocato un maxitamponamento sull’autostrada A6: ieri sera, il primo bilancio parlava di un morto, di una trentina di feriti e di una quarantina di mezzi coinvolti, fra camion e automobili; la vittima è il conducente di un mezzo pesante che è precipitato da un viadotto.
    Se ci fosse stata anche qualche nave da crociera in porto, avremmo avuto anche qualche altro rassicurante comunicato, magari: traffico senza intoppi, grazie al nuovo tunnel.
    Ci stiamo rendendo conto che stiamo facendo il contrario di quello che stanno facendo a Genova?
    I Genovesi hanno allontanato il traffico portuale dalla città, noi persistiamo nell’ errore di volerlo incrementare.