IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Concessioni balneari, Borgo (SIB): “Al via sistema di affidamento”

Più informazioni su

[thumb:11387:l]Bergeggi. Massima soddisfazione. Questo il sentimento espresso dal presidente nazionale SIB e sindaco di Bergeggi, Riccardo Borgo, dopo l’incontro avuto con il Governo in merito alle concessioni demaniali, annosa questione che ha radunato oggi a Roma molti rappresentanti delle imprese balneari. Numerosa la presenza di imprenditori savonesi, partiti con quattro pullman e arrivati nella capitale con treni ed auto. “C’è stata una grande partecipazione da parte della categoria- ha detto ad IVG.it -. Il Governo si è assunto impegni precisi, sottolineando la centralità delle imprese balneari nel sistema turistico”.

In discussione un nuovo quadro normativo in tema di concessioni demaniali, con il passaggio ad un meccanismo di affidamento delle spiagge più adatto alle esigenze delle imprese. La nuova disciplina verrà affrontata al tavolo tra Stato e Regioni, con la presenze delle associazioni di categoria interessate. “Quello che è certo, al di là dei contenuti che dovranno ancora essere affrontati nel dettaglio, non ci saranno né gare di appalto né bandi” ha sottolineato ancora Borgo: “L’importante è trovare meccanismi semplici, anche con indennizzi per i concessionari uscenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pierre
    Scritto da pierre

    ATTENDO SEMPRE RISPOSTA……
    MA ALLA FINE , VOLETE PARTECIPARE ALLE VOSTRE AUSPICATE ASTE per concessioni di 6 anni?
    SI (FINALMENTE CON I VOSTRI SOLDI, …E RICORDATEVI ANCHE 300.000euro DI ATTREZZATURA…)O
    NO(CONTINUATE A MANDARE AVANTI GLI ALTRI E CHIACCHERARE PER CONTO TERZI)?………..
    VA BEH , IO ALL’ASTA CI SARO’ SICURAMENTE…………….TRA 5 ANNI……………….FORSE!
    nel frattempo continuate a parlare…… parlare …….parlare …….scrivere ………scrivere………scrivere

  2. pierre
    Scritto da pierre

    scusa HI TECH , ma chi ha COMPRATO un anno fa le licenze (e non ereditate , rubate o regalate dallo stato,per chissa quale tua convinzione ) e magari si è contratto mutui e fatto debiti , dove lo vuoi mandare?
    DEMOCRATICAMENTE IN FALLIMENTO INSIEME ALLA SUA FAMIGLIA?

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    E’ evidente che il vaso di Pandora si è aperto…
    D’altro canto era impensabile pensare che le cose potessero andare avanti cosi’, con tale sistema figlio della peggior tradizione clientelare a tutti nota.
    E’ inutile che vi incazziate: le cose non potranno piu’ rimanere come ora. Chi ha investito nei chioschi abbellendoli e rendendoli attrattivi dovrà essere risarcito in una qualche misura.Ma è anche vero che mi sembra ipocrita chi sapendo di sedere su una sedia altrui pagando un inezia per decenni abbia potuto continuare ad investire in costosissima pittura celeste e tavolame di abete, immaginando che intanto, poi, la cosa sarebbe stata “sanata” cosi’,,alla buona con metodi poco trasparenti e al limite della legalità! Non siamo piu’ negli anni 70-80. Che film vi siete visti? Si troverà una formula per farvi alzare i tacchi. Per rispondere a qualche commento al vetriolo: invidia? già il solo fatto di manifestarne la presunta sussistenza è chiarificatore delle motivazioni per cui siete tanto attecchiti alle cime delle vostre boe e non volete abbandonare la “vostra” gallina dalle uova d’oro. Potrebbe anche essere considerato equo l’abnorme guadagno ma solo se andasse davvero a costituire per intero l’imponibile tassabile come tutti i comuni mortali…E dobbiamo anche sentircelo ammettere con frasi del tipo :”
    l’evasione c’ è in tutti i settori … è compito dell’agenzia delle entrate scovare gli evasori.. deve pagare tutta la categoria ??” Ma possedete un po’ di ritegno?
    Vorrei che questa arroganza la impiegaste per giustificare all’Agenzia delle Entrate il reddito pro-capite che avete il coraggio di dichiarare, in barba a studi di settore e redditometro.
    E’ ora che le spiaggie tornino pubbliche, cioè DI TUTTI. La legge regionale dovrebbe essere applicata proprio ora, senza proroghe post-socialiste, cosiì come l’adeguamento dei canoni. E’ impensabile che si tenga in ostaggio un pezzo di suolo pubblico per quattro saldi di concessione, ci si viva allegramente per 12 mesi lavorando 4, pagando un’elemosina di tasse, ed avere ancora il coraggio di voler mantenere il “sistema” inalterato! Forse quello che intendete voi è effettivamente realizzabile… ma non in un paese democratico. Fatevene una ragione.

  4. sampei29
    Scritto da sampei29

    Ma in liguria ci sono il 50% di spiagge libere?
    no, perchè a me sembra che le spiagge libere siano quasi inesistenti e non si può chiedere ad un ligure di andare a fare il bagno in sardegna o puglia perchè là le spiagge sono quasi tutte libere
    mi sembra che il dato dovrebbe essere calcolato su base provinciale o al masso regionale per avere qualche valore…

  5. pierre
    Scritto da pierre

    HI TECH , LA CUCCAGNA CE LA SIAMO COMPRATA E GUADAGNATA!!!!!! POTEVI FARLO ANCHE TU!!!!OPPURE FALLO ORA CON UN NUOVO SISTEMA CHE TI PIACE TANTO!!!!DIVENTA GESTORE DI UNO STABILIMENTO BALNEARE DELLO STATO(COME A CUBA) PER 6 LUNGHI ANNI !!