IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Circolo Arci Brixton di Alassio: solidarietà da parte del presidente provinciale

Più informazioni su

Vi sembra normale che un circolo Arci che ha 20 anni di storia, in un paese con pochissimi spazi di socializzazione come Alassio, un circolo che è luogo di resistenza umana, di socializzazione, di cultura e anche di solidarietà internazionale, un circolo che ha saputo risollevarsi ogni volta che è caduto sia costantemente il bersaglio di ogni amministrazione comunale alassina?

Vi sembra normale che due generazioni di sindaci abbiano costruito le proprie fortunate campagne elettorali sulle minacce di chiusura di un’associazione? Vi sembra normale che un circolo com’è il circolo Arci Brixton, un luogo di ritrovo per i giovani che vorrebbero semplicemente autogestire un proprio spazio, una libera associazione che vive solo del proprio volontariato e senza ricevere un euro dalle istituzioni debba vivere costantemente minacciata da amministratori pubblici che dovrebbero rappresentare tutti i cittadini ed invece fanno della persecuzione un motivo di vita?

Vi sembra normale che un assessore del Comune di Alassio si possa permettere di entrare nel circolo, durante un’assemblea dei soci e dare di matto, spaccando tutto con una spranga di ferro, lanciando accuse strampalate, ridicole, infondate, minacciando i presenti?

Ebbene tutto ciò accade, ad Alassio, in Liguria. Arci Savona esprime la solidarietà, la stima e l’amicizia al presidente del circolo Brixton, al consiglio direttivo e a tutta l’assemblea dei soci, interrotta da un gesto illegale, intimidatorio, folle di un assessore che è il simbolo del delirio di onnipotenza di un’amministrazione comunale che pensa di essere sopra le leggi, sopra le regole basilari della convivenza civile.

Il presidente provinciale Arci Savona
Giovanni Durante

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mc

    certe cose sono sempre sbagliate.ma che a compierle sia una persona che ricopre una carica pubblica è un’aggravante non da poco

  2. unbe
    Scritto da unbe

    Vergogna. Massima solidarietà.