IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caso pedofilia, la solidarietà degli amici di “Don Lu” corre via Facebook

Più informazioni su

[thumb:15890:l]Alassio. L’ultimo “post” sul suo profilo internet Don Luciano lo ha fatto poco dopo le 18 di lunedì rispondendo ad un messaggio sulla sua bacheca. Ma è da ieri sera, da quando la notizia è rimbalzata via web anche grazie alle notizie scritte su IVG.it, che gli amici hanno incominciato a lasciare messaggi di conforto e di invito a non mollare.

Non ne sono convinti ma “straconvinti” gli amici del parroco accusato di pedofilia: non può essere vero, anzi non è vero ciò che si legge in queste ore sui giornali. E’ solo un brutto equivoco o, per molti, “una prova cui il Signore sta sottomettendo Don Luciano”.

Un concetto tutto riassunto nelle parole di Rita che scrive “Don Luciano carissimo: siamo tutti sconvolti per la notizia ma straconvinti della tua innocenza. Il Signore ti sta provando duramente ma vedrai che ti aiuterà a far luce…”.

Ma poi ci sono tanti altri affezionatissimi amici che fanno scudo intorno a colui che considerano un esempio, una persona più che fidata. Come Barbara che si dice “convinta della tua estraneità ai fatti…tutto quello che possiamo fare ora è pregare per te” e Carla che manda questo messaggio: “la tua fede ci unisce, la tua speranza ci aiuta a credere che la luce vince sempre, aspettiamo di stringerti a noi perchè nessuno possa farti più del male”.

E così via, fino ad arrivare ad una ventina di messaggi che, fino a mezzogiorno di oggi, sono rimbalzati via Facebook. Gli amici virtuali di Don Luciano non si arrendono. In attesa della verità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Leofinalese

    Lasciamo che la magistratura faccia il suo lavoro….comunque insisto:
    lasciate che i giovani preti si facciano una famiglia…anche il primo Papa-San Pietro era sposato…e per quasi mille anni preti e vescovi si sono sposati. Nella Chiesa Ortodossa i preti si sposano,solo il Vaticano mantiene una norma , un vincolo che non può più essere accettato perchè come si vede porta a grossi guai.