IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, l’associazione “Fischia al Vento” dedica opera a Kriester

[thumb:2088:l]Albenga. L’associazione culturale “Fischia il vento” ed i sindaci del comprensorio hanno donato a Palazzo Oddo una statua di Flavio Furlani a ricordo dello scultore tedesco Rainer Kriester. “Lo scultore Rainer Kriester ha portato nella cultura locale lo spirito di un’Europa che si risollevava dalle ceneri della guerra – spiegano dall’associazione Fischia il vento -. La sua Stele posta sulla collina di San Bernardo di Casanova Lerrone, dedicata al partigiano Felice Cascione, è divenuta il simbolo di una possibile nuova intesa universale nel nome della democrazia, della pace, della giustizia, dell’eguaglianza, della fratellanza. Albenga gli dedica questa statua di Flavio Furlani”.

“Rainer apparteneva ed appartiene anche alla nostra cultura ed è stato ed è, con le sue opere e il suo comportamento, un punto di riferimento importante nel dibattito che tiene unita e comunicante la società civile del nostro territorio. Rainer appartiene alla nostra cultura, al dibattito e al confronto che si è svolto in questo territorio, durante i vent’anni in cui visse e produsse le sue opere a Castellaro di Vendone. Rainer ci appartiene quando negli anni Ottanta cercò di dar vita, in località Colombera, al confine con Alassio, ad una fondazione artistica internazionale, che l’insipienza degli amministratori di allora bocciò perché probabilmente quei terreni erano appetiti dalla speculazione edilizia. Rainer appartiene anche alla nostra cultura quando dona una stele al Comune di Vendone quale espressione dei luoghi in cui ingaggiava la sua lotta quotidiana con la pietra del Finale e quale espressione di una comunità (quella di Vendone) i cui i singoli componenti erano conosciuti dall’artista che sapeva ricercare le grandi prospettive iniziando proprio dall’umanità degli abitanti della zona ai quali lo legava una profonda amicizia, quasi a ricercare una quotidiana sintesi umana di fronte alle durezze della storia” spiega Romano Strizioli dell’associazione Fischia il Vento.

“Un’ultima annotazione, ma non meno importante. Questa comunità di ideali e di opere fra lo scultore tedesco nostro amico e la cultura albenganese dovrebbe trovare suggellato, nel tempo, con la permanenza di una delle sue opere in una delle piazze della nostra città. Il Comune, noi chiediamo, dovrebbe trovare una intesa con la Fondazione Kriester per l’acquisto di una delle opere d’arte ora esposte, anche dilazionando il pagamento in più di un bilancio annuale. Sarà una testimonianza imperitura di un periodo storico che ci ha visto, pur fra contraddizioni e ritardi, affermare l’universalità dei grandi principi etici che debbono essere messi a presidio dell’umanità” conclude Strizioli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.