IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, in Biblioteca la rassegna “Invito alla storia”

[thumb:4885:l]Albenga. La Biblioteca Civica di Albenga, in collaborazione con il Centro Pannunzio, ospiterà la rassegna “Invito alla Storia” che prevede la presentazione di due pubblicazioni: “Morte agli Italiani! Il massacro di Aigues Mortes, 1893” di Enzo Barnabà e “I dittatori, le guerre e il piccolo Re. Diario 1925-1945 di Enrico Caviglia” a cura di Pier Paolo Cervone.

La prima presentazione, del volume “Morte agli Italiani! Il massacro di Aigues Mortes, 1893”, si terrà il 9 gennaio 2010, alle 16. Enzo Barnabà è un giornalista, romanziere e storico che ha indagato il dramma dell’emigrazione italiana all’estero tra `800 e `900. L’incontro si aprirà con un saluto iniziale del Consigliere Simona Vespo, Presidente del Comitato Pari Opportunità, cui seguiranno gli interventi dei Professori Primo Merlisenna e Pier Franco Quaglieni, presente l’autore.

Il 16 gennaio 2010, sempre alle 16, sarà invece la volta di “I dittatori, le guerre e il piccolo Re. Diario 1925-1945 di Enrico Caviglia” a cura di Pier Paolo Cervone, storico, saggista e giornalista, con intervento del Prof. Pier Franco Quaglieni. All’incontro sarà presente il curatore. Oggetto di studio, puntuale e circostanziato, la figura di Enrico Caviglia, generale vincitore della battaglia di Vittorio Veneto, Senatore del Regno e Maresciallo d’Italia.

“È questo un breve ciclo di presentazioni, volto a promuovere l’immagine della biblioteca e la lettura, che nasce dalla sinergia tra la biblioteca stessa e il Prof. Pier Franco Quaglieni, Presidente del Centro Pannunzio sezione Baie del Sole, il quale, nella veste di storico e saggista, condurrà entrambi gli incontri” spiega il sindaco di Albenga Antonello Tabbò.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.