IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Aggressione a Berlusconi, Pdl: “Stop ai gruppi che su Facebook inneggiano a Tartaglia”

Più informazioni su

[thumb:11552:l]Regione. Il Gruppo del Pdl in Regione annuncia di aver presentato un ordine del giorno per esprimere la solidarietà al Presidente del Consiglio, On. Silvio Berlusconi. Il documento che i consiglieri chiedono di discutere nella seduta di domani mattina del Consiglio regionale è una netta presa di distanze dall’atto di violenza di cui è stato vittima il Premier.

Inoltre, gli esponenti del Pdl annunciano di aver scritto al Prefetto affinché si proceda attraverso le autorità competenti all’immediata chiusura dei gruppi di Facebook che si ispirano alla violenza ed all’odio politico. “Chi usa la violenza per dimostrare le sue ragioni sbaglia – dichiarano i Consiglieri regionali del Pdl. Si respira un clima di tensione troppo pesante e questa spirale di odio personale nei confronti del Presidente Berlusconi sta diventando insopportabile anche per noi che facciamo politica quotidianamente”.

Nell’ordine del giorno vi è anche una denuncia contro i gruppi di Facebook che inneggiano a Massimo Tartaglia e la richiesta alle autorità competenti di procedere con la chiusura di questi gruppi “E’ scandaloso: chiediamo un segnale forte da parte dell’istituzione regionale – continuano i consiglieri -. Vogliamo che Burlando e la sua maggioranza intercedano presso le forza dell’ordine competenti per fare chiudere immediatamente questi gruppi che si ispirano all’odio politico con frasi del tipo: “Tartaglia ha sbagliato doveva sparargli”, “credo che quest’uomo nella sua infermità” abbia solo fatto ciò che è normale”, “è sempre troppo poco, doveva colpire meglio”.

Non importa che l’aggressore di Berlusconi sia un esaltato in passato sottoposto a cure psichiatriche. Importa che l’aggressione sia maturata in un clima esasperato – concludono gli esponenti del Pdl in Regione -. Ecco perché le parole di un Di Pietro sono le più fuor di luogo e pericolose: giustificare di fatto la violenza contro il premier accusandolo di essersela cercata significa essere degli irresponsabili”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da antonio gianetto

    Noi , è riferito a noi cittadini, che alla fine siamo sempre costretti a pagare per gli errori dei nostri politici.

  2. Scritto da antonio gianetto

    Scusate ma se sono falsità, non c’ è la possibiltà di ricorrere alla legge? Con Santoro, Loro, ci avevano pensato a cacciralo, poi, Noi, abbiamo dovuto riassumerlo e pagarlo per tutto il tempo che non aveva lavorato, con tanto di interessi legali. Ce lo siamo dimenticati?

  3. Scritto da trantor

    Unbe ha scritto “Oscurare la stampa???? Ma accendete il cervello piuttosto! Lo sapete che la libertà di stampa è sancita dalla costituzione? O volete fare i fascisti? Meno male che vi chiamate popolo della libertà…”
    Proprio da ridere. Uno che si dichiara comunista viene a fare la predica qui? Forse nessuno gli ha detto di come veniva trattata la stampa nei paesi dove vigeva il regime da lui tanto ammirato. Fascismo e comunismo la libertà di stampa, di parola e di pensiero la trattavano alla stessa maniera.
    Se uno è contro Berlusconi ha diritto a manifestarlo. Quel che è da censurare è la cronica falsità di certi personaggi e di certe trasmissioni, nonchè il linguaggio violento e l’apologia di reato che si leggono in certi siti.

  4. Scritto da prettydog53

    da sondaggio ipr-repubblica: berlusconi sale di tre punti nell’indice di gradimento.
    gliene sono costati due (sul volto).
    3×2 natalizio.
    (NON SI SCHERZA SU QUESTE COSE! … comunista. e fomentatore di odio).
    e vabbé, per natale regalerò a qualcuno una tessera del pdl.

  5. Scritto da antonio gianetto

    Per coloro che preferiscono un’ informazione libera, gratuitamente, sono disponibili tutte le edizioni pubblicate dal 22 maggio 2005 fino al giorno precedente la data di pubblicazione dell’ ultimo giornale:
    http://www.ilgiornale.it/archivio.pic1