IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piano paesistico: la Provincia chiede la valutazione ambientale strategica

[thumb:13551:l]Provincia. La Provincia di Savona ha trasmesso agli uffici regionali il proprio parere in merito all’opportunità di assoggettare a valutazione ambientale strategica(Vas) la variante al Piano paesistico (PTCP), come richiesto con nota regionale. Secondo Palazzo Nervi si ritiene necessario procedere alla Vas per la variante in questione.

“Tale parere è motivato, in prima istanza – spiega il presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza – dal fatto che a nostro avviso la predisposizione della Vas consentirà a Comuni e Province di essere maggiormente protagonisti nelle scelte che riguardano il nostro territorio. E’ noto a tutti, infatti, come l’esclusione dalle prime fasi di formazione della variante, e la sua adozione avvenuta senza alcun coinvolgimento degli enti territoriali, abbia suscitato contrarietà in merito alla variante stessa, per quanto riguarda i contenuti e le modalità di formazione seguite dalla Regione”.

“La partecipazione di Provincia e Comuni – spiega ancora Vaccarezza in una lettera indirizzata ai sindaci del Savonese – non può infatti essere limitata alla formulazione di osservazioni successive all’adozione della variante stessa, che peraltro già oggi vige in salvaguardia, ma necessita di una partecipazione effettiva e di un coinvolgimento diretto. Ritengo che le attività promosse dalla Provincia per coordinare e supportare i Comuni nel rivendicare il ruolo attribuito loro dal nuovo ordinamento delle autonomie locali in materia di governo del territorio abbiano portato a qualche primo risultato: l’assessore regionale ha infatti mostrato la propria volontà di consultare gli enti interessati per coinvolgerli nelle fasi successive di elaborazione e correzione della variante stessa e gli uffici hanno preso atto di alcuni errori dovuti ad una conoscenza non diretta e puntuale del territorio”.

“Credo peraltro – prosegue Vaccarezza – che non sia opportuno abbassare la guardia, per cui invito i Comuni interessati a procedere al più presto al recepimento della delibera di Giunta provinciale. Ricordo infine che stiamo ancora verificando l’opportunità di presentare ricorso per l’impugnazione della variante con richiesta di sospensiva del provvedimento presso il Tribunale amministrative regionale in relazione ad eventuali profili di illegittimità degli atti”.

“Tale valutazione – conclude il presidente della Provincia – sarà evidentemente condizionata anche dal comportamento della Regione, che speriamo si orienti al riconoscimento del principio di sussidiarietà e di leale collaborazione tra i diversi livelli istituzionali e si attivi per un serio ed aperto confronto sui contenuti della variante”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Leofinalese

    Caro Gufo,
    si vuol fare a gara chi fa peggio a destra e a sinistra?
    L’appellativo “voi sinistri” non invita certo ad un dialogo costruttivo.
    Il rispetto dell’ambiente è questione di sopravvivenza sia per chi ha la “targa” di destra che di sinistra.
    Se Vaccarezza si impegnerà per frenare il cemento speculativo meglio dei “sinistri”lo vedremo(e ovviamente lo spero).
    Certo che la dichiarazione di volere l’autostrada che distruggerà un’intera vallata dell’albenganese per portare ancora più auto in riviera non mi sembra un buon proposito.
    Completamento del raddoppio della ferrovia e metropolitana costiera…su questo spero che lavori Vaccarezza.

  2. LEONIDA
    Scritto da GUFO

    ………………cementificazioni
    dei PORTI DI SAVONA e VADO
    ………….cementificazione
    della COSTA SAVONESE
    seconde case a VADO,SAVONA,CELLE
    porto di VARAZZE
    cemento a CARCARE e CAIRO
    cemento ad ALBENGA…………..

    queste cose e molte altre voi sinistri
    le avete già costruite e vendute

    bravo angelo sei sulla giusta strada
    finalmente la provincia
    RISCOPRE UN SUO RUOLO

  3. Scritto da Leofinalese

    Vaccarezza chiede a gran voce la Valutazione di Impatto Ambientale…..siamo alla svolta ambientalista della destra savonese?
    Aspettiamo interventi decisi e coerenti su: PARCO del FINALE, progetti PIAGGIO e GHIGLIAZZA,problema SECONDE CASE, cementificazione dei TERRENI AGRICOLI ecc.