IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vado, a rischio i fondi per il Piano di sviluppo locale

[thumb:3200:l]Vado Ligure. Vado come comune capofila, e altre amministrazioni coinvolte nel progetto, rischiano di perdere i finanziamenti dell’Unione Europea per il Piano di sviluppo locale. Mancano infatti pochi giorni per attivare le procedure amministrative necessarie, dopodichè le risorse previste, in particolare per lo sviluppo di attività logistico-portuali, andranno perse. L’opposizione consiliare vadese capitanata da Monica Giuliano presenterà nel corso del consiglio comunale di domani (giovedì 6 agosto) una interpellanza al sindaco Attilio Caviglia per chiedere spiegazioni sull’immobilismo dell’amministrazione riguardo ad uno dei progetti più significativi per lo sviluppo del comprensorio vadese e quilianese. Per domani, alle ore 12, è stata convocata una conferenza stampa presso la sede savonese del Pd alla quale prenderanno parte la stessa Monica Giuliano, il segretario provinciale Giovanni Lunardon, e i consiglieri provinciali del Pd Sergio Verdino, Mara Giusto e Marco Russo.

Il piano, già illustrato alla Regione Liguria, prevede una serie di iniziative e misure da attuare tra il 2009 e il 2011: otto corsi per otto persone ciascuno di aggiornamento per occupati in piccole e medie imprese; contributi fino al 50% dell’investimento in attrezzature, formazione e consulenze per la creazione di nuove imprese (obiettivo 12 nuove imprese); predisposizione di interventi per favorire l’accreditamento di PMI locali a erogare fornitire e servizi per i maggiori operatori logistico portuali; formazione per 12 macchinisti/operatori ferroviari, per 12 operatori al Sistema Metrocargo, per 12 saldatori; attività di orientamento e inserimenti lavorativi per 20 persone; contributi a investimenti di PMI per una percentuale del 30% che sale al 50% nel caso di acquisti di servizi tecnologicamente avanzati; infine il sostegno alla realizzazione di aggregazioni e reti tra imprese, con contributi del 60% degli investimenti sostenuti.

Le risorse complessive ammontano a circa 2 milioni e mezzo di euro, di cui 1.580.000 euro per i soli contributi alle imprese, con la previsione di stimolare investimenti privati per 2.720.000 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.