IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vaccarezza: “Impediremo alla Regione di scippare le competenze ai Comuni”

[thumb:13647:l]Provincia. Il presidente della Provincia, Angelo Vaccarezza, torna alla carica mettendo in guardia l’amministrazione regionale: “Con il centrodestra la Provincia di Savona ha finalmente un ruolo, anche nei confronti della Regione, che deve smetterla di venire qui a decidere per noi. Probabilmente, con la giunta precedente, chi arrivava da Genova poteva imporsi e non si poteva dire nulla perché il colore politico era allo stesso; adesso invece c’è una Provincia con una precisa identità”.

“Le ultime tre amministrazioni di centrosinistra della Provincia non hanno saputo produrre nulla, neanche un Piano dei Rifiuti – pungola Vaccarezza – Ci troviamo oggi con i Comuni senza autorizzazione allo scarico, 40 su 69, che devono smaltire nella discarica di Vado Ligure al prezzo che viene loro imposto. Siamo stati lasciati allo sbando, senza una strategia di sviluppo”.

Il presidente dell’ente provinciale savonese ha maldigerito la variante di aggiornamento al Piano territoriale di coordinamento paesistico approvata dalla Regione (che pone limiti di costruzione sulla fascia costiera), così come la maggior parte dei sindaci del Ponente ligure. “La Regione continua a scavalcarci e a comandare in casa nostra” afferma Vaccarezza, con stizza per la mancata convocazione ufficiale della Provincia al convegno con l’assessoe regionale Ruggeri in programma per venerdì all’Ente Scuola Edile di via Molinero a Savona, incentrato proprio sul PTCP e aperto ai sindaci dei Comuni costieri ed ai vari rappresentanti degli ordini professionali.

“La Provincia ora sostiene lo sviluppo dei Comuni – osserva Vaccarezza – Laddove ha voce in capitolo, deve necessariamente essere coinvolta. La mia amministrazione farà in modo che la Regione non possa scippare le competenze ai Comuni. Impediremo l’invasione della Regione negli enti locali. Fra un anno si voterà per le elezioni regionali. Capiamo l’emergenza in cui vivono gli attuali esponenti della maggioranza Burlando, specie quelli savonesi, ma è un problema loro. Il territorio, invece, è casa nostra”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Troppi galli in un pollaio.

    E se si riprendesse la strada interrotta per “incapacita” …… l’eliminazione degli enti inutili …

    e partire dalle …….

  2. remo
    Scritto da remo

    Credo che il Signor Vaccarezza debba prendere coscienza che le affermazioni e le battute fatte come sindaco di Loano avevano ben diversa cassa di risonanza rispetto a quelle fatte in veste di Presidente della Provincia e forse sarebbe il caso di usare un linguaggio più consono a un politico con una carica istituzionale rispetto a un politico in (perenne) campagna elettorale.
    Sarebbe già un primo passo.

  3. Scritto da r. bazzano

    Ha iniziato autolodandosi per aver fatto in otto giorni più che il centrosinistra in 15 anni, attribuendosi meriti e promesse di Scajola (peraltro solo promesse e ancora da verificare) e facendo ua caciara del settanta.
    Diteglielo a Vaccarezza che non vale la propritetà transitiva: se Scajola decide al posto del Presidente della Provincia, non è che il Presidente della Provincia può attribuirsi le decisioni ministeriali….
    Adesso se ne esce contro lo stop alla cementificazione cercando – come al solito – di rimestare nel torbido e di far credere che la regione sta spodestando i Comuni, che in realtà sono strangolati proprio dal suo capetto Silvio che ha chiuso le casse e ha detto “arrangiatevi” (a parte qualche comune come Catania a cui arrivano centinaia di milioni)…
    Belìn, questo è solo l’inizio, ma quando lo si diceva in campagna elettorale nessuno ci credeva.
    Ci sono tante di quelle villette da sanare a tante altre da costruire che non sia mai che la Regione dica basta!!
    Belìn sta a vedere che oltre alla carica di sindaco, a quella di presidente della provincia, all’incarico di coordinatore provinciale del PDL vuole anche l’assessorato regionale all’urbanistica! ahahahah!!!

    P.S. Il Piano dei rifiuti deve tutti i suoi ritardi al boicottaggio dei sindaci di centro destra e di tutti quelli che hanno pensato prima al proprio interesse personale (politico o altro) piuttosto che a quello della collettività cercando di ritardarne in ogni modo l’approvazione.

    P.S. Se ruggeri non ha convocato la provincia di savona sarà perchè ha già parlato con qualcuno di Imperia.

  4. Scritto da full balls

    Mi dispiace per Vaccarezza! Io sto dalla parte della regione che vuole limitare la cementificazione della costa Soprattutto adesso che in provincia comandano i sindaci di posti come Alassio, Loano (e quelli che c’erano prima, come ad esempio ad Albenga) che impostano tutto il loro mandato sull’edilizia. Pensiamo alle generazioni future! Non credo che sarà facile riciclare tutto sto cemento armato! Saluti a tutti e che Dio ce la mandi buona!

  5. Scritto da Ciccione Riccardo

    Il Sig.Vaccarezza dichiara:La Provincia ora sostiene lo sviluppo dei Comuni ecc.ecc.Domanda Quali comuni quelli amministrati dalla sua stessa corrente politica?Allora non interferisca con l’indipendenza degli altri come ha fatto con Vado Ligure che è arrivato ad affermare”Si alla piattaforma Si alla centrale e se ai Vadesi non va bene possono immigrare a Torre del Mare o a Varazze.”
    Il Sig.Vaccarezza dichiara :Siamo stati lasciati allo sbando ecc.ecc.Dichiarazione ormai obsoleta politicamente infatti anche la Sig.ra Monica Giuliano ha dichiarato che ha perso le elezioni perchè lasciata allo sbando.Quando ci sono delle riunioni importanti,può succedere di chiedere un rinvio,ma non si può farlo in modo per poi non partecipare ritengo essere un atteggiamento del tutto scorretto.
    Il Sig.Vaccarezza dichiara:Impediremo l’invasione della Regione negli enti locali ecc.ecc Potrei essere d’accordo se si tratta di impedirlo sia all’ing.Burlando che al suo ill:mo Biasotti.
    Il Sig.Vaccarezza dichiara:Il territorio,invece è casa nostra.Si ricordi che è casa di tutti ed i responsabili del territorio devono essere imparziali e senza colore politico,ciò deve essere ben chiaro altrimenti si finisce per accettare,forse Lei condivide,la dichiarazione del sindaco di Alassio Melgrati “Ricevo solo quei cittadini che dimostrono di aver votato ?!?!”Concludendo come inizio Sig.Vaccarezza mi lascia abbastanza sconcertato però mi ha convinto che in effetti come sostenuto sia da Dx che da Sn le province dovrebbero sparire perchè non servono.