IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vacanze: sulle spiagge impazzano le tecnologie

[thumb:6537:l]Tempo di crisi, vero, ma gli italiani, consumi alla mano, non rinunciano alle nuove tecnologie. Anche in vacanza, sulle spiagge, si rincorrono le novità più impensabili. Wi-Fi sulla spiaggia, lettini refrigeranti, magliette che individuano reti senza fili. Oltre ai lettini che massaggiano, oppure che hanno l’ombrellone con i sensori che captano la luce del sole e lo fanno ruotare per prendere energia e ricaricare telefonini o computer, anche in Liguria, ad Imperia, nel Savonese come in altri storici lidi delle coste italiane, si moltiplicano gli stabilimenti che offrono impianti wireless permettendo ai clienti di navigare su internet gratuitamente dal proprio lettino. Poi ci sono i servizi sms che danno le informazioni sul tempo e sulle condizioni del mare, web cam che controllano 24 ore su 24 le condizioni meteorologiche per evitare brutte sorprese la mattina uscendo da casa o dalla stanza d’albergo.

Clou dell’estate la maglietta che rileva le reti Wi-Fi, accessorio indispensabile quasi quanto il costume con integrati piccoli pannelli solari che possono ricaricare iPod e telefono cellulare. O gli occhiali con due lcd incorporati al posto delle lenti per vedere un film mentre si riposa sul lettino, prima di entrare in acqua e ascoltare la musica con il lettore mp3 subacqueo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. slavaro
    Scritto da Pozz

    Questo si che è vivere. Queste si che sono comodità. Sta a vedere che adesso per prendere un po di sole e fare una nuotata se non sei provvisto del “superfluo” non sei nessuno. E queste diavolerie condizioneranno ovviamente i pensieri delle persone che a fronte di un portafoglio esiguo cercheranno espedienti per adeguardi anche per sopperire ad una frustazione psicologica/mentale di subalternità nei confronti di chi invece beneficia di questi “servizi”. Il giorno che mi dovessi trovare su un monte a 2500 metri di altezza e sarò privato del libero osservare un panorama, del contemplare la natura e dello stare in armonia con i propri pensieri ebbene, quel giorno forse dovrò convincermi che non abbiamo più scampo, che il declino dell’essere è sulla strada del non ritorno.