IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Turisti fai-da-te “invadenti”

Più informazioni su

Da alcune settimane un gruppo di molto improbabili turisti sta “campeggiando”, a Savona, in zona Corso C. Colombo, in maniera poco comoda e molto poco ortodossa in due auto con targa straniera: una Polacca e l’altra Rumena.

I turisti “molto fai da te”, si sono parcheggiati in modo semi – definitivo all’interno del controviale, che e’ situato tra la costruenda piscina scoperta e il contro viale parallelo a Corso C. Colombo. I personaggi, in numero ancora da definire, da sei ad otto presumo, e di sesso sia maschile che femminile, con alcuni cani di media taglia al seguito, vivono all’interno delle due berline, mangiano, dormono, si lavano presso le fontanelle all’interno dell’area verde , lavano i loro panni presso le suddette fontanelle sottraendole ai bimbi o agli anziani che vorrebbero dissetarsi, stendono i panni ad asciugare sulle recinzioni del cantiere della piscina scoperta e soprattutto utilizzano in modo improprio le aiuole vicine alle loro autovetture, facendovi i bisogni fisiologici qualora vi fosse la necessità senza che nessun agente di qualsiasi polizia, di sto, municipale o carabiniere abbia almeno pensato di identificarli e di controllare che mezzi di sostentamento hanno.

Alla mattina i simpatici personaggi disfano i loro giacigli, e vestiti sommariamente raggiungono le fontanelle per effettuarvi le abluzioni quotidiane, quindi vanno nelle aiuole e vi fanno ciò che devono fare, senza minimamente curarsi. Poi si recano in centro per, immagino, provvedere alle loro commissioni quotidiane…

A fronte di questa antipatica e troppo lunga tollerata situazione, ritengo che non debbano essere sottratti in modo quasi permanente posti auto ai residenti, ritengo che l’acqua dei cittadini non debba essere di esclusiva pertinenza di persone che non risiedono in citta’ e che la usano in quantità industriale e a gratis, ritengo che chi porta i bimbi o i cani nelle aree verdi non debba assistere a spettacoli indecorosi come individui che fanno i loro bisogni nei giardini come se fossero in un campeggio naturista, ritengo che l’ambiente debba essere maggiormente tutelato da chi abbandona rifiuti di vita domestica ,che domestica non e’, ritengo che queste persone hanno campeggiato un po’ troppo a casa di altri e vorrei tanto che si spostassero, o che qualcuno preposto li faccia traslocare in un’altra zona , affinche’ i cittadini residenti possano vivere normalmente l’area verde che è proprio sotto casa loro ed anche mia.

Mi auguro che le auto dei residenti non abbiano a subire furti, danneggiamenti o quant’altro visto che la zona e’ coperta alla vista da alte reti ed aiuole che rendono la vita di campeggio di questi intrusi molto agevole tutelata in tutta la loro privacy.

Roberto Nicolick

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Purtroppo troppo spesso chi e’ preposto a certe operazioni si ritrova ad averne tante altre (multe, autisa per qualche autorita’ vecchia o nuova ma molto amata e pertanto bisognosa di protezione) ovviamente potendo scegliere …. sceglie l’attivita’ meno scocciante anche se poco utile.