IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Santa Corona, giornata al mare per gli ex pazienti dell’Unità spinale

[thumb:4493:l]Pietra Ligure. Sarà una giornata speciale quella di domani, sabato 8 agosto, per molte persone disabili ma non solo. Per il quarto anno consecutivo si ripete l’iniziativa della S.C. Unità spinale, diretta da Antonino Massone, che quest’anno ha invitato alcuni ex pazienti della sua struttura a partecipare ad una giornata al mare grazie all’impegno del personale dell’Usu, all’aiuto dei bagnini dello stabilimento balneare di fronte all’ospedale Santa Corona e con la collaborazione del Comune di Pietra Ligure che ha messo a disposizione le attrezzature necessarie.

Il tema è all’avanguardia: si tratta dell’accessibilità alle spiagge e al mare da parte delle persone diversamente abili, un tema interessante anche per tutti i soggetti direttamente coinvolti nella ricettività turistica. La giornata inizierà alle 9,30 davanti al padiglione dell’Unità spinale del Santa Corona: ci si sposterà sulla spiaggia di fronte all’ospedale convenzionata col Santa Corona. Qui verranno messe a disposizione particolari carrozzine da spiaggia: una di queste è denominata J.O.B., letteralmente “Jamme `o bagno”, proprio perché essendo dotata di enormi ruote galleggianti permette l’ingresso in acqua in completa sicurezza.

“Questa giornata rappresenta la tessera di un puzzle che l’Unità spinale ha il compito di costruire. Parliamo del legame tra la fase di riabilitazione intensiva post-acuzie e la quotidianità che deve prevedere l’integrazione della persona anche per quanto riguarda gli aspetti ludici e sportivi. Per ottenere questo risultato è indispensabile che l’ambiente sociale sia ricettivo e preparato ad accogliere la persona in carrozzina – spiega Antonino Massone -. Gli sforzi in tal senso dell’Unità Spinale sono stati premiati da una sensibilità sempre maggiore da parte delle istituzioni presenti sul territorio e dei suoi abitanti”.

Ancora una volta le iniziative della Struttura complessa Unità spinale testimoniano come disabilità, sport e divertimento non siano situazioni incompatibili tra di loro: la volontà, l’entusiasmo, il coraggio e l’impegno delle persone possono abbattere molte barriere e far superare limiti sino ad ora impensabili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.