IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Omicidio di Osiglia: ha ucciso il cognato con il coltello del barbecue foto

[thumb:13867:l]Osiglia. Ha ucciso il cognato trafiggendolo al cuore con il coltello che stava utilizzando per tagliare la carne in occasione di un barbecue, a poca distanza dall’abitazione comune. Andrea Bonifacino, l’operaio di 43 anni autore dell’omicidio di Massimiliano Molinari, 38 anni, dipendente di una segheria a Bormida, ha agito d’impulso, colto da un raptus. Un reato d’impeto, come è stato classificato dagli inquirenti, che l’uomo ha confessato immediatamente di fronte alle forze dell’ordine.

“E’ stato un gesto di follia” ha detto Bonifacino al pm Giovanni Battista Ferro. Un atto forse condizionato anche dallo stato di alterazione mentale dovuto all’abuso di alcolici (gli è stato riscontrato un tasso alcolemico pari a 2,62). Questa la dinamica dei fatti ricostruita dagli investigatori: l’omicida stava preparando il barbecue, Molinari si occupava di fare la legna. All’improvviso tra i due è scoppiata una lite su come doveva essere sistemato il barbecue per cucinare la carne alla brace.

Bonifacino, che impugnava il coltello da macellaio, lungo 30 centimetri, ha pugnalato il cognato al cuore: un solo colpo che l’ha spaccato in due, senza dare scampo alla vittima. Gli altri familiari, durante la tragedia, erano in casa, ma hanno sentito le grida. E’ stata l’anziana madre a chiamare i soccorsi. Quando i militi della Croce Rossa sono arrivati sul posto hanno trovato la vittima con il coltello tra le mani dopo averlo tolto dal petto.

L’assassino era poco distante. Sapeva che stavano arrivando le forze dell’ordine per arrestarlo. Andrea Bonifacino aveva sposato Marina, sorella della vittima. Dal matrimonio era nata Jessica, oggi quattordicenne. Vivevano nella casa di Molinari insieme alla madre di lui, Lorenza Oliveri, rimasta vedova dopo la morte del marito. Massimiliano era diventato quindi il capofamiglia. I rapporti con il cognato sono sempre stati piuttosto tesi. Ma gli inquirenti escludono categoricamente che il delitto di ieri sera sia stato premeditato. L’avvocato di fiducia di Bonifacino ha rinunciato alla difesa: all’imputato sarà assegnato un legale d’ufficio.

Andrea Bonifacino, l’autore del delitto:
[image:13868:c]

Massimiliano Molinari, la vittima:
[image:13866:c]

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.