IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sequestro in Francia, i rapitori scelgono la giustizia italiana

[thumb:3529:l]Ponente. Hanno rifiutato di essere giudicati in Francia, scegliendo la giurisdizione italiana. I due francesi accusati del rapimento dell’artigiano Hebri Jean Ciantar, avvenuto a Juan Les Pins e conclusosi con il loro arresto a Loano lo scorso 13 agosto, saranno quindi processati in Italia.

Faisal Hassanein e la moglie Rania Al Ghanem, assistiti rispettivamente dagli avvocati Alfredo Biondi e Vincenzo Farina, dopo che ieri erano stati identificati davanti alla corte d’appello di Genova e interrogati dal giudice per le indagini Maria Letizia Califano, oggi hanno appunto comunicato di rifiutare la giustizia francese.

I rapitori hanno poi confermato che alla base del gesto ci sarebbero stati dei lavori di ristrutturazione eseguiti male nel 2005 e un risarcimento di 10 mila euro mai effettuato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Oltre al turismo per la salute si potrebbe sviluppare il turismo legato alla giustizia ed alla detenzione negli alberghi locali …..

    Abbiamo un futuro …

    Ma …… non sarebbe il caso di fare un accordo con la ……. (altra nazione con un sistema giudiziario molto efficiente) per trasferire li’ i processi e le pene ………

    Se lo mettiamo ai voti si arriva a percentuali enormi …

    Ma per il momento consoliamoci con le pene blande che ovunque ci riconoscono …..

    (salvo per le multe …. magari per ingresso in ztl che i turisti che per sventura sono passati in auto da Firenze conoscono bene ….. una raffica incontestabile ….. che credo non pagheranno …… e certamente non torneranno piu’ a visitar Firenze …..)

    parlando di punizioni ….

    http://www.lamescolanza.com/TEMP=2008/22008/sorrisicontenuti/infernoitalianooinfernotedesco.html

  2. Bandito
    Scritto da Bandito

    Ovvio che abbiano scelto la giustizia italiana, sanno che avranno una pena mite, l’assurdo è che possano scegliere, dopotutto il reato è stato commesso in Francia e là dovrebbero essere giudicati.
    Ancora complimenti alla P.M. di Loano per la loro cattura.

  3. Scritto da lucas

    Questi criminali devono anche conparecer spagnolo alla giustizia per i presunti reati di estorsione, minacce di morte ad un militare spagnolo, estorsione e lo fece 30.000 €. Spagnolo lleba polizia nazionale il caso.
    Il processo nella capitale è Saragozza.
    il percorso, vuole dimostrare la giustizia e tutti i paesi

  4. Giudice
    Scritto da Giudice

    Fantastico. Ora un delinquente puo’ anche scegliere da chi farsi giudicare e, manco a dirlo, hanno scelto la Giustizia Italiana. Chissà mai perchè. ?! Forse perchè ammettono l’errore e vogliono redimersi quindi in Italia i giudicanti sono più giusti?!. O FORSE PERCHE’ ANCHE QUESTI SANNO CHE QUI NON GLI FANNO UN C…ZO.