IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ciangherotti (Federvita): “Meno aborti con più asili nido”

[thumb:13911:l]Rimini. “Incrementare l’occupazione femminile ma al tempo stesso garantire sostegno alle madri lavoratrici”. L’intervento del Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, al 30° Meeting di Comunione e Liberazione raggiunge il cuore della tutela sociale della maternità. Ribadendo ciò che, per esperienza diretta, i Centri di Aiuto alla Vita italiani da sempre auspicano per rimuovere le cause di aborto volontario di fronte a gravidanze inattese. È un dato di fatto che la riduzione della percentuale di aborti volontari è direttamente proporzionale alla disponibilità di servizi e agevolazioni a favore della maternità. In poche parole più asili, orari di lavoro flessibili, bonus e quoziente famigliare favoriscono le nascite e riducono gli aborti volontari”. Lo dichiara dal 30° Meeting di Rimini Eraldo Ciangherotti, presidente di Federvita Liguria.

“È questa la battaglia culturale e politica – prosegue Ciangherotti – che Federvita Liguria da tempo sta combattendo nella nostra regione. Partendo dalle città, fino a toccare tutta la realtà ligure. Sia a livello locale, come Centri Aiuto Vita, che a livello regionale, come Federazione. Ad Albenga, ad esempio, il CAV-i sta combattendo con l’amministrazione locale una battaglia per ottenere, dall’inizio del nuovo anno scolastico, l’incremento del numero di posti all’Asilo nido comunale “R. Di Ferro”. Ci auguriamo che venga mantenuto l’impegno del Sindaco Antonello Tabbò di passare da 53 a 60 posti. L’allarme posti all’asilo nido nelle città italiane rimane una priorità per rimuovere le cause dell’aborto volontario. È vergognoso che una madre, nei primi mesi di vita del suo bambino, ancora oggi non possa contare di diritto sugli strumenti indispensabili, come l’asilo nido, per allevare un figlio e riprendere a lavorare dopo il terzo mese di vita del neonato, cioè a fine permesso di congedo maternità”.

“Prevedere – continua ancora Ciangherotti – una rimodulazione degli orari di lavoro e in secondo luogo un potenziamento dei servizi di cura dei bambini, come appunto gli asili nido, sono proposte formulate dal Ministro Carfagna al 30° Meeting, che ci auguriamo presto diventino misure concretamente disponibili per la donna. Occorre infine far si che si riducano le liste di attesa agli asili nido, garantendo il servizio prima di tutto alle donne lavoratrici e prevedendo il prolungamento dell’orario di funzionamento ,secondo le necessità di lavoro delle madri. In molte città italiane infatti gli asili nido comunali chiudono alle 16.30, in anticipo rispetto agli orari di lavoro delle stesse. Anche noi, come il Ministro Carfagna, ci auguriamo che il lavoro non sia né una condanna nè un privilegio riservato a poche fortunate. Il lavoro deve essere l’opportunità per realizzare sè stessi e per produrre nell’interesse collettivo. In nessun caso deve essere penalizzante”.

“Discussioni e tavole rotonde che affrontano questi argomenti rimangono un profondo stimolo per l’associazionismo e per la politica. Da sempre il Meeting di Rimini assolve a questo compito, offrendo strumenti concreti per migliorare la convivenza civile e sociale, affrontando i disagi e le difficoltà emergenti. Attraverso l’incontro, stimolando la discussione, i problemi sono scorporati e trovano soluzioni concrete ed immediate. La conoscenza è sempre un’avvenimento, che segna la storia di tutti e di ciascuno. La storia del nostro Paese. La storia del mondo. In poche parole la storia dell’uomo. È bello ricordarlo, è bello che si sia ritornati a parlarne”, conclude Ciangherotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.