IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Auto, 17 furti all’ora: solo un italiano su tre si assicura

Più informazioni su

[thumb:1100:l]Nel 2008 in Italia sono state rubate 144.472 automobili, circa 400 al giorno. Sebbene i furti d’auto siano diminuiti del 16,6% rispetto al 2007, il dato non è certo dei più confortanti. Nonostante il furto sia così frequente, appena il 32,9% ha sottoscritto la garanzia furto-incendio.

Secondo Assicurazione.it, comparatore online di preventivi Rc auto e moto, è questo il dato che emerge da un’analisi effettuata su un campione di circa 100.000 persone che da febbraio a luglio 2009 hanno fatto un preventivo sul sito. Le regioni in cui è stato sottoscritto il più alto numero di polizze con le garanzie furto-incendio sono la Lombardia (48,8%), il Lazio (44,1%) e il Piemonte (39,6%). Lombardia e Lazio sono anche le regioni d’Italia dove è stato registrato il più alto numero di furti (rispettivamente 27.452 e 25.069). A sorpresa, Campania e Puglia, che con 24.396 e 16.567 furti nel 2008 occupano rispettivamente la terza e la quarta posizione nella classifica delle regioni col più alto numero di furti, sono quelle dove vengono sottoscritte meno polizze furto-incendio (11,6% e 9,9%).

C’è anche chi sceglie di prevenire il furto della propria automobile. Infatti, il 65% dei guidatori tiene la propria auto in garage: le regioni che si aggiudicano il premio per la maggior attenzione alla sicurezza delle proprie vetture sono il Veneto (77% di automobili custodite in garage), la Valle D’Aosta (73%) e la Campania (72%). Inoltre, il 72,15% dei guidatori ha dotato il proprio mezzo con un sistema di antifurto: gli antifurti più scelti sono gli immobilizzatori senza allarme (20,6%), gli antifurti elettronici (15,85%) e gli immobilizzatori con allarme (11,34%).

“Molti automobilisti scelgono di non includere la garanzia contro il furto e incendio perché pensano sia sufficiente custodire l’autovettura in garage o affidarsi a un buon antifurto” afferma Alberto Genovese, Ceo di Assicurazione.it. “E’ bene ricordare, però, che questa garanzia – sottolinea – tutela l’auto anche da tutti gli eventi legati al fuoco, inclusi fulmini, corto circuiti o surriscaldamento del motore. Non solo: essa copre anche i danni derivanti dal furto di singole parti dell’auto e dai tentativi di furto e scasso. Infine, non va sottovalutato il fatto che, spesso, le Compagnie Assicurative fanno promozioni molto interessanti, se si inserisce anche questa copertura aggiuntiva”.

Il profilo di chi assicura la propria autovettura contro il furto-incendio è: maschio, ha circa 40 anni, è un impiegato (34,9%) ed è coniugato (51,9%). In termini di categorie di professionisti, al secondo posto troviamo gli operai (15,7%) e al terzo i liberi professionisti (7,9%). I meno interessati a questa polizza assicurativa sono gli ecclesiastici (0,1%), seguiti da studenti (1,3%) e dalle persone in cerca di occupazione (2%).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.