IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, ordinanza conto il “gioco delle tre carte”

[thumb:2074:l]Albenga. Nuova ordinanza del sindaco ingauno Antonello Tabbò, nell’ambito delle politiche poste in essere per aumentare la sicurezza in città, compresa quella percepita. Il provvedimento punta a reprimere il cosiddetto “gioco delle tre carte” e consimili, se svolti nella pubblica via o in luoghi aperti al pubblico, attraverso il sequestro del materiale utilizzato e del denaro puntato, inasprendo in questo modo quanto previsto dal codice penale per le giocate d’azzardo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Caro Aurelio

    Da tempo sostengo che … i tempi stanno cambiando …….

    Se nella precedente legislatura stava passando il “comma Puda” ora si sente parlare di associazione a delinquere ….. nel definire l’operato di alcuni “eletti”.

    Non disperiamo …. chi e’ pulito … e nonostante tutto sono i piu’ …. non ha proprio motivo di offendersi o di preoccuparsi …. sono gli altri che dovrebbero cominciare a cercarsi un posticino grazioso … magari in Tunisia ……..

  2. Scritto da alba

    Forse il gioco delle tre carte e’ piu’ pulito di certi giochetti fatti da certi amministratori locali. Certo e’ piu’ facile perseguire l’ometto che al mercato fa questi giochi che il vicino di sedia, a cui magari diamo anche una mano a sbrogliare i suoi problemi. E’ veramente una vergogna!

  3. Scritto da Aurelio Bianchi

    Caro lui,
    quel gioco, dei nostri politicotti, non è vietato. Anzi, nel savonese è tenuto in grande considerazione.
    Vedi cosa sta facendo Berruti, che sta ammiccando al sindaco sajolano di imperia, o il sindaco cairese che fa il verde a parole e poi di fatto vuol costruire l’inceneritore di Ferrania, fregandosene dello sviluppo economico della zona.
    E’ un segno di furbizia, quindi molto positivo.
    Siamo noi che dobbiamo non accorgene, altrimenti si offendono.

  4. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Che bello …. ora grazie a questa ordinanza verra’ fermato qualche amministratore …..

    Ho notato che il gioco delle tre carte lo fanno bene ….. qualcuno mette il premio (i contributi regionali) chi li vuole …… sono a disposizione di chiunque voglia tentare la fortuna ….. ma chi vince …. sempre il compare …… non lo trovo ma qualche giorno fa’ ho letto che invece del singolo operatore commerciale e’ il comune che vuole partecipare al bando per rifare non so’ bene cosa ….

    NO…. non va’ bene da questi fondi che una amministrazione pubblica mette a disposizione ,,,, non puo’ riprenderseli con altro nome ….. lo Stato e’ uno solo … diviso in funzioni diverse ma e’ uno solo.

  5. Scritto da Leofinalese

    Sembra incredibile che ci voglia un ordinanza per impedire al cittadino di avvicinarsi ad un tavolino del gioco delle”tre carte”.
    Questo fa pensare alla facilità con cui sono stati piazzati i “bond argentini” e i vari titoli tossici…