IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Non giustifica il possesso dell’auto: accertamenti dei carabinieri

[thumb:4202:l]Alassio. Sono in corso di svolgimento accertamenti da parte dei carabinieri per sbrogliare la matassa di una vicenda che si presenta piuttosto intricata. I militari, nel corso di alcuni controlli, hanno fermato una vettura condotta da M.K., 33 anni, nato e residente nella cittadina estone di Halliste. L’uomo, nullafacente e senza fissa dimora, è risultato positivo al test dell’etilometro, con un tasso alcolico di 3,35 grammi per litro di sangue, quasi sette volte superiore al limite fissato dalla legge.

Inoltre il 33enne, trovato al volante privo di patente, ha spiegato ai militari di averla dimenticata in Estonia. Ad insospettire maggiormante gli uomini dell’Arma è stata però l’auto, una Ford Fiesta di proprietà di un avvocato villanovese, priva di assicuarazione. M.K. ha dichiarato di averla acquistata da un amico, fatto che sarebbe parzialmente confermato dal professionista che sosterrebbe di aver ceduto il mezzo a un conoscente, senza registrare il passaggio di proprietà: fatto che, agli occhi dei carabinieri, risulta essere piuttosto inconsueto, soprattutto da parte di un legale.

Sotto il tappetino della Fiesta è stato poi scovato un coltello da cucina, con una lama di 40 centimetri. Il rinvenimento ha fatto scattare la denuncia per possesso ingiustificato di coltello, che è così andata a sommarsi a quella per guida in stato di ebbrezza. L’intera vicenda è ora al vaglio degli inquirenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bruno Pirastu
    Scritto da Bruno Pirastu

    Posso …. i Room , quelli veri, doc, con Camper e Caravan non sono per niente dei poveracci, anzi… dalla Cronaca si sa quanto rende l’accattonaggio , specie poi se dei minori, piu furtarelli e altro, una famiglia Rom di norma ha sei o sette minori ( se li vendono e comprano magari facendoli sposare a 14 anni ). Ci sono poi dei Rom che hanno anche lavoretti in truffe ad alto livello. Tutto esentasse e senza spese di acqua gas e luce. Una delle loro attività preferite era quelle dell’acquisto di una casa, presentatis in belle maniere, distinti ,eleganti , lui e lei, dato l’acconto andavano sotto il condominio con tutta la tribù. Non solo gli restituivano l’acconto ma gli davano anche qualcosa in più purchè se ne andassero.

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Ma siamo a ferragosto …… un colpo di calore ….. un po’ di fresco non fara’ certo male.

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    …certo che se si mettessero a fare dei controlli su quelli che guidano fuoriserie e auto di grossa cilindrata…ne troverebbero ben pochi che potrebbero giustificarne non il possesso ..ma l’aquisto!!!
    MI sono sempre chiesto come diavolo fanno i ROM a giustificare le mercedes e le auto di lusso con cui trascinano le roulottes….

  4. joeblack
    Scritto da joeblack

    Si rischia veramente di fare confusione, perciò cominciamo dall’inizio.
    C’ERA UNA VOLTA………………