IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga: il sindaco Tabbò su primarie, Bertolotto e politica…

[thumb:2929:l]Albenga. “Non mi candiderò per le primarie. Ho preso un impegno con la cittadinanza di Albenga che scade nel 2010, e pur lavorando alle primarie del partito Democratico e alla campagna elettorale ribadisco che non presenterò una mia candidatura”. Lo ha affermato questa mattina il sindaco di Albenga Antonello Tabbò, che ha così parlato delle primarie del partito Democratico e dell’inizio della campagna elettorale: “La decisione sul candidato la prenderà il partito Democratico con la consultazione popolare delle primarie e in seguito d’intesa con gli alleati del centro sinistra. Non trovo assolutamente scandaloso candidare un ex assessore della giunta Bertolotto, questo poi, lo ripeto, dipenderà dalle primarie e dagli alleati…Noi facciamo le cose chiare, trasparenti e alla luce del sole, con il, massimo coinvolgimento della gente, a differenza di altri che prendono le decisioni nelle segrete stanze…”.

Il sindaco Tabbò non ha rinunciato ad una replica all’ex Presidente della Provincia di Savona Marco Bertolotto che ha citato “il caso Albenga” per rimarcare il danno per il territorio savonese provocato dalla crisi politica dell’ente provinciale: “Sono dispiaciuto che sia terminata in anticipo l’esperienza di governo del centro sinistra in Provincia. Tuttavia l’amministrazione comunale sta seguendo sia il caso dell’industria Testa quanto il polo scolastico albenganese e l’intervento urbanistico dell’Ortofrutticola. Essendo così importanti per il nostro territorio non credo che saranno progetti o iniziative che rimarranno bloccati. E’ chiaro che il commissariamento in Provincia può creare delle criticità, ma non certo sui casi citati da Bertolotto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. cicno78
    Scritto da cicno78

    Ciao serpe01, ti segnalo il sito del MIL.

  2. serpe01
    Scritto da serpe01

    MA NON E’ POSSIBILE CHE QUESTI SINISTRI
    INSULTINO SEMPRE CHI NON LA PENSA COME LORO,
    MA CHE CULTURA HANNO AVUTO?
    QUALCOSA NON HA FUNZIONATO,
    IO INCOLPO L’INSEGNAMENTO SCOLASTICO,
    VORREI SBAGLIARE MA,MA ……..

  3. Fran72
    Scritto da Fran72

    cicno ma stai a rispondere a una che da del suo agli altri? lascia stare..raglio d’asino non giunge al cielo.non ha argomentato, non ha spiegato…probabilmente è troppo chiedere di motivare le sue profonde elucubrazioni.

  4. Scritto da Aurelio Bianchi

    Sarebbe bene non divagare per focalizzare gli interventi sulla notizia.
    Quello che i politici nostrani vogliono è farci fare la parte dei capponi di Renzo.
    Che si beccavano fra loro mentre venivano portati in regalo.

    Tornando a Tabbò, il motivo della NON-candidatura è semplicemente dovuto al fatto che pensa di perdere, e quindi non ci mette la faccia.
    Non può chiedere altro al partito perchè Miceli lo blocca per le regionali, e quindi non si candida.
    Tutto qui.

  5. cicno78
    Scritto da cicno78

    x mary
    Fran72 sa benissimo di non essere Einstein ma cosa più importante è che le bottiglie di vetro vuote ci sono veramente e l’euforia è quella che provano i marocchini ubriachi (nonostante la loro religione) dato che le bottiglie non sono di bevanda analcolica!

    Ti consiglio anche di andare a vedere quante cabine telefoniche o banchine per il bus hanno i vetri rotti in giro per Alba Ingauna (la gloriosa capitale dei Liguri Ingauni comunemente detta Albenga) invece di aspettare il prossimo disco insulso dell’ultima boy band di turno che fa impazzire le ragazzine.

    Quei vetri, vuoi di bottiglia, vuoi di cabine del telefono, vuoi di banchine del bus, qualcuno li ha rotti. Forse qualche marocchino ubriaco che stà di notte fino a tardi con i suoi amici fondamentalisti e si sà che il bere ed il freddo fanno anche venire i bisognini. Bene, non ti preoccupare, al mattino non si vedono, ma i muri della nostra città vanno molto bene anche per fare i loro bisognini (Allah è grande), senza contare che i marciapiedi vanno benissimo per quelli, poverini, che dopo aver bevuto bevande alcoliche (contro la loro religione), dopo aver rotto vetri di bottiglia o di servizi pubblici che tuo padre e tua madre pagano con le tasse e dopo essersi fatti una bella pisciatina in piazza garibaldi ti fanno anche una vella vomitata a base di kebab conclusiva della serata su un marciapiede di viale pontelungo.