IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Una richiesta per rendere la foce del Letimbro oasi faunistica protetta

Più informazioni su

Si è svolta ieri pomeriggio a Palazzo Nervi la commissione territorio ambiente incentrata sulla richiesta avanzata da un apposito comitato di creare un’oasi faunistica protetta alla foce del Letimbro. L’assessore competente Carla Siri non era presente, la rappresentava un funzionario.

“In buona sostanza – osservano i consiglieri provinciali Nicolick, Bracco e Bellasio – la foce del Centa e del Sansobbia rispettivamente ad Albenga ed Albissola sono zone protette, invece la foce del Letimbro non gode di alcuna protezione nonostante siano presenti regolarmente folaghe, oche, anatre, gabbiani raganelle, tartarughe palustri e anche un fenicottero rosa”. Nicolick, Bracco e Bellasio hanno chiesto formalmente l’inizio della procedura di concessione alla foce del Letimbro lo status di oasi faunistica protetta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Vedo che concordate …..

    ma l’articolo e’ del 2008 e qualche giorno fa’ e’ saltata fuori l’affermazione che quella porcheria e’ una oasi protetta.

    Ho cercato di capire e nel leggere l’articolo mi sono chiesto se qualcuno e’ andato fuori di testa,

    mi sono chiesto come e’ possibile cancellare una palese sciocchezza,

    ho desiderato conoscere i nomi di quanti hanno detto si’ ad una scelta tanto sballata.

    Per tenerli d’occhio …….. potrebbero fare altri danni.

  2. Scritto da gigi77

    che bella l’oasi protetta di albisola,pantegane,rumenta di qualsiasi tipo e zanzare..alla foce non ci puoi quasi stare dall’odore di marcio che sale su e risalendo il fiume all’altezza del campo da calcio di grana,hanno rifatto gli argini(penso una quindicina d’anni fa)con tutto lo schifo che si trovava nel letto del sansobbia e pian piano che la terra scivola via si possono ammirare sacchetti,confezioni di detersivi bottiglie ecc ecc,in pratica invece di pulire hanno occultato tutto sotto cumuli di terra e ora sta ritornando alla luce

  3. sudor
    Scritto da sudor

    Sarà probabilmente approvata così non si dovrà più preoccuparsi di fare pulizia periodica del letto del torrente e….staremo a ridere alle prime piogge quando il tappo naturalistico frenerà l’acqua e mezza città sarà inondata….io del resto non ho problemi (abito sufficientemente lontano) e potrò starmene al balcone a vedere l’inondazione (come ho fatto lo scorso settembre 1992, ricordo ancora bene……). L’importante é che sappiate tutti nuotare eh eh eh!

  4. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Come si fa’ a cancellare una “oasi faunistica protetta a difesa della pantegana nostrana?”

    Dove si firma?

    Ma questa sciocchezza e’ stata approvata?