IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Uccisione di cinghiali, l’Enpa accusa la polizia provinciale

Savona. L’Enpa savonese, sull’uccisione dei cinghiali avvenuta ieri mattina ad Albissola, punta il dito sulla polizia provinciale savonese, accusandola di non aver saputo gestire la vicenda: “Gli animali erano giunti la notte prima nel centro abitato. Ad intervenire, verso le 23 di domenica sera, erano stati i carabinieri della locale stazione, che li hanno scorti sulla piazza di Grana: ad essi va il ringraziamento della Protezione animali savonese perché, oltre a chiedere subito l’aiuto degli altri organi di vigilanza, hanno tentato di allontanarli senza prima usare le armi. La famigliola si è poi rifugiata in un recinto semiabbandonato sotto l’autostrada, dove poi due adulti e due cuccioli sono stati abbattuti in mattinata dagli agenti provinciali”.

“Senza criminalizzare nessuno – conclude poi l’Enpa – auspichiamo che, fermo restando il primario obiettivo della sicurezza pubblica, ma rispettando l’accresciuta sensibilità delle persone, si cerchi sempre con cautela e pazienza, di facilitare la fuga degli animali verso i boschi vicini da cui sono venuti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rodan

    Salve, io sono quello che con la sua telefonata all’EMPA e il successivo contatto con i giornali ha fatto “scoppiare” la bugna!
    Premetto che i cinghiali assassinati erano 2 mamme con i piccoli!
    Strano il fatto che abbiano voluto a tutti i costi uccidere senza valutare altre opzioni peraltro possibilissime…
    Vedete cari signori, tempo fa è scoppiato lo scandalo degli infermieri dell’obitorio che avevano in tasca il numero delle onoranze funebri; voi vi chiederete che c’entra ciò…C’entra eccome! Se al posto delle pompe funebri ci sono ristoranti che servono cinghiale!
    Nn ci avevate ancora pensato eh?

    Roderico di Montenotte