IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stagione balneare, indagine Trademark: flessione media del 5,8%

[image:4020:r:s=1]Una flessione media del 5,8% nelle presenze al mare per la stagione estiva 2008 viene segnalata dalla 25/a indagine dell’Osservatorio turistico balneare di Trademark Italia. Il dato corrisponde a oltre 16 milioni di presenze turistiche in meno rispetto al 2007.

Il 57% degli operatori turistici (1.506 interpellati tra il 22 settembre e il 4 ottobre) dichiara una diminuzione del movimento: il 51% segnala una flessione fino al 10% e il 6% oltre. Si accentua inoltre la frammentazione delle vacanze e si riduce la durata dei soggiorni: “La perdita economica per il settore è stimata in 1,5 miliardi di euro”. Le ‘grandi signore’ del turismo nazionale (Sardegna settentrionale, Ponente Ligure, la Versilia e la Costa Campana, Ischia compresa) perdono di più.

La flessione risulta meno pesante (dal 2% al 5%) in Friuli, Veneto, Emilia-Romagna, Levante Ligure, Puglia, Abruzzo, Costa Laziale meridionale, Sardegna meridionale. Secondo gli esperti, è colpa anche del mancato rinnovo delle strutture: chi ha ristrutturato e offerto più comfort e più servizi ha pagato meno o ha guadagnato.

Ci sono comunque 13 località che emergono con il segno più: Caorle, Rosolina, Cervia-Milano Marittima, Riccione, Misano Adriatico, Giulianova Lido, Ostuni, Portofino, Sestri Levante, Terracina, Sperlonga, Positano, Costa Rey. E secondo il 43% degli intervistati non è finita: la flessione potrebbe ripetersi nel 2009 (di questi, ne è sicuro il 34% mentre il 66% lo prevede se non ci saranno interventi).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Primo.
    Butto un contributo dettato da “vita vissuta” ….. molte defezioni sono legate alla politica della sosta per residenti attuata da molte amministrazioni.
    Chi risiede in zona dovrebbe attrezzarsi (anche con forti contributi della collettivita’) per non dover fruire dei pochi spazi pubblici …. da lasciare totalmente a disposizione del turista (in forma gratuita ovviamente).
    In alternativa ….. prendiamo atto che il turista non arrivera’ piu’ e …. dobbiamo farce a meno,
    PS io sono residente e sto’ aspettando la realizzazione di un box sotto casa che acquistero’ immediatamente (anche senza contributi ed assoggettandomi a tassazioni ignobili…. mi riferisco alla Tarsu …. che colpisce lo spazio occupato e non la “monnezza” prodotta) sgombrando lo spazio pubblico che sto’ utilizzando.