IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, weekend con gli spettacoli del festival “Shakespeare in Town”

[thumb:9408:l]Savona. Ancora due appuntamenti in programma nell’ambito della IV edizione del Festival “Shakespeare in Town”, rassegna organizzata dalla Associazione Culturale Compagnia Teatrale Salamander, promossa e realizzata col contributo del Comune di Savona – Assessorato alla Cultura, Regione Liguria – Assessorato alla Spettacolo e Fondazione A. de Mari. Entrambe le iniziative sono ad ingresso gratuito.

Sabato 11 ottobre, alle ore 17, alla Fortezza del Priamar, sarà in scena “Il lato della luce”. “In Giappone – spiega la Compagnia Salamander – il teatro è diviso nel lato della luce (il palco) e il lato dell’ombra (le quinte, i camerini, la sala prove, ecc.): i lati identificano i diversi lavori del teatro e un artista giapponese, interrogato sul proprio lavoro, inizierà la sua risposta proprio da una di queste categorie. Ogni anno il Festival vuole introdurre il pubblico alle professioni del palcoscenico e in questa edizione siamo felici di avere il noto scenografo e costumista Guido Fiorato per introdurci al suo mestiere, che è tra i più esposti alle luci della ribalta e come tale determinante per l’esito di un allestimento. Un’ occasione d’incontro unica per chi vuole sapere di più sulla progettazione, ideazione, significato ed interpretazione delle scene e costumi co-attori, di ogni spettacolo”.

Domenica 12 ottobre, alle ore 22, presso il Circolo Raindogs, si terrà un concerto dei LaRiS Quartet. Librettisti e musicisti si sono ispirati nelle diverse epoche alla vicenda di Antonio e Cleopatra. Tra questi, nel 1725, il compositore sassone d’origine ma napoletano d’adozione Johann Adolph Hasse. Dalla sua serenata “Marc’Antonio e Cleopatra” vengono presentati alcuni brani salienti in una rivisitazione per voce e due pianoforti. A seguire si potranno ascoltare delle melodie dal ricchissimo repertorio musicale coevo di William Shakespeare, tra cui la celeberrima “Greensleeves” in una trascrizione per due pianoforti e percussioni. La seconda parte del programma è invece dedicata a due importanti esponenti della musica britannica del Novecento: Ralph Vaughan Williams con le sue “Variazioni per pianoforte a quattro mani su Geensleeves” e Gustav Holst con una selezione di brani tratti dal suo capolavoro “The Planets”. Interpreti della serata saranno il soprano Serena Cucchi, il duo pianistico Danilo Lorenzini – Alessandro Palumbo ed i percussionisti Marco Campioni e Francesco Ottonello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.