IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona: “serve il nuovo carcere”, parla la Direttrice De Gennaro

Più informazioni su

[thumb:9541:l]Savona. Sulla WebTv di IVG.it intervista alla Direttrice del carcere Sant’Agostino di Savona Maria Isabella De Gennaro, che ha parlato del problema sovraffollamento alla casa circondariale savonese e della necessità di far ripartire l’iter per la realizzazione della nuova struttura circondariale, che in passato ha già subito troppi stop e false partenze: “Monitoriamo settimanalmente la popolazione detenuta, attuando interventi deflattivi proprio per cercare di ridurre al minimo possibile il numero dei detenuti all’interno del carcere”, ha detto la De Gennaro.

“Ci sono le condizioni – ha poi proseguito – per far ripartire il progetto del nuovo carcere, è una strattura che serve a tutto il Savonese anche per poter attuare pienamente quelle regole dell’ordinamento giudiziario che sono tra le più moderne del panorama giuridico internazionale”.

Sulla WebTv l’intervista completa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. mary
    Scritto da mary

    L’espiazione della pena deve consentire il futuro reinserimento sociale della persona ristretta in carcere . Un carcere che non può e non deve diventare un luogo talmente orribile da essere nei fatti un aggiuntivo di pena e che deve consentire a detenuti , agli operatori, a chi lavora nella struttura, un ambiente e luoghi che non siano fatiscenti. Sostenere la Direttrice De Gennaro in questa sua battaglia di civiltà ed accelerare l’iter sbloccando ogni impedimento e consentire che si dia inizio al percorso verso la realizzazione di un carcere deve essere una battaglia che ogni politico deve impegnarsi a fare. Chi ne ha la competenza ha il dovere di assumersi le sue responsabilità e smtterla di perdere tempo su questioni così delicate. Savona e i suoi cittadini meritano di essere rispettati e di avere una struttura che non sia ulteriormente afflittiva, ma che consenta il reinserimento nella società di persone che hanno commesso degli errori ma che sono persone private si della libertà, ma che debbono poter conservare la dignità umana.