IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, Burlando interviene sulla protesta per la scuola

Regione. Il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando – che stamattina ha seguito per lunghi tratti il grande corteo degli studenti e dei sindacati che si è svolto a Genova – ha sottolineato come la manifestazione genovese e le altre che si sono svolte in tutto il paese rappresentino “un fatto enorme, soprattutto per la presenza di così tanti giovani preoccupati delle condizioni della scuola e del loro futuro”.

Burlando ha ribadito la giustezza dell’ordine del giorno approvato l’altro ieri in consiglio regionale all’unanimità (anche se ora il centrodestra tenta di fare marcia indietro) che chiedeva al governo di non approvare nuove norme senza prima un “confronto con le parti interessate”. “Mi auguro vivamente – ha dichiarato Burlando – che sia possibile aprire finalmente un confronto anche dopo il voto in Parlamento del provvedimento contestato. Studenti, insegnanti, professori e una larghissima parte dell’opinione pubblica nel paese dimostrano di aver capito una cosa: non siamo di fronte a una vera riforma, ma a un mero taglio di costi. E un paese che nel campo della formazione e della ricerca si limita a tagliare è un paese senza futuro”.

“Ribadisco – ha continuato Burlando – che ritengo giusto razionalizzare il sistema scolastico. Ma mentre tanto si parla di federalismo è del tutto sbagliato da parte del governo imporre questa linea al Parlamento, alle Regioni, alla scuola e all’Università. Sui fini e le modalità dell’intervento vogliamo poter decidere anche noi. Stiamo valutando come Regione la possibilità di ricorrere alla Corte costituzionale. Spero che, in base ai principi di un buon federalismo, il governo ci ripensi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.