IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Medici internisti: la Tbc in Italia dall’Est Europa

Più informazioni su

Genova. “La Tbc sta rientrando in Italia anche dalle frontiere aperte dell’Europa Unita” e soprattutto dall’Est. Per questo i medici internisti riuniti a Genova per il 109mo congresso nazionale propongono “studi a campione su gruppi di immigrati a rischio tubercolosi”.

Non è caso di fare “allarmismi” dicono, ma invitano alla “prudenza” giustificandola con i dati. “La tubercolosi non diminuisce e alla base sono i flussi migratori dall’Est Europa”. In Italia ci sono 4500 casi notificati (Istat) e circa 1500 non ufficiali, circa 6mila casi pari a 10 ogni 100mila abitanti. “Dal nostro osservatorio della realtà italiana – dichiara Luigi Ruffo Codecasa responsabile del Centro Regionale di riferimento per la Tubercolosi, Istituto Villa Marelli-Az.Osp. Niguarda Cà Granda – sappiamo che circa il 50% dei nuovi casi arrivano da gruppi di immigrati. In particolare quelli dell’Est europeo sono più a rischio”.

Tra i Paesi più in difficoltà c’è la Romania, con oltre 50 casi ogni 100 mila abitanti, seguita quasi alla pari da Ucraina, Moldavia e Bulgaria. Gli esperti ritengono impossibile pensare a vaccinazioni o test in funzione preventiva su tutti gli immigrati e propongono di effettuare studi campione nei gruppi più a rischio dicendosi pronti a collaborare con le istituzioni per censire e analizzare la composizione dei gruppi etnici di immigrati presenti nelle principali città italiane ed avviare una sequenza di studi campione sulla Tbc per constatare la realtà effettiva.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.