IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Hockey prato, Coppa Italia: vincono entrambe le savonesi

Genova. In questi giorni l’hockey prato a Savona è di forte attualità, per l’approvazione della realizzazione di un campo nella città della Torretta. Le due società cittadine, nel frattempo, continuano a parlare con i risultati. Impegnate una in casa e l’altra in trasferta (ma poco cambia, è solo una curiosità del calendario, dato che tutte le partite di questo girone si giocano all’Arnaldi di Genova), hanno vinto i rispettivi incontri di Coppa Italia.

Il Liguria ha avuto la meglio per 2 a 1 sul Cus Genova. Squadre in campo alle ore 10 di domenica, arbitrano Di Giorgio e Laureana di Genova. Con due partite giornaliere in tutta la regione, per di più consecutive e sullo stesso campo, stupisce che il designatore abbia dovuto ricorrere, per tre quarti, agli ausiliari.

Dopo trenta secondi Laureana assegna un rigore per fallo di De Paoli, reo di aver colpito la pallina con la mano in area. I dirigenti locali protestano sottolineando che il regolamento lo consente perché in questo caso la mano tiene il bastone. La massima punizione è trasformata da Acerbi: 0 – 1 per il Liguria dopo nemmeno un minuto.

La reazione dei cussini è timida: il primo tiro in porta è di Alessio Casalino, al 9° minuto: fuori di poco. Ma nel primo quarto d’ora è soprattutto il Liguria a rendersi pericoloso: al 10° con Francese, al 13° con un corner corto, l’unico di tutta la partita per i biancoblu di Savona. Da qui, fino alla fine, la partita la fa il giovane Cus. Al 15° bello spunto di Serafini e coraggioso tentativo di rovescio, deviato in lungo. Un minuto dopo ci provano Filippo Durante e Alessio Casalino, Addis si salva ancora in lungo, sulla esecuzione del quale Luca Galvagno è bravo a procurarsi il primo corto per il Cus. Ferrero conferma la fiducia a Luca Zero, che tira abbastanza forte ma fuori.

Al 23°, il Liguria inaspettatamente raddoppia: dormita generale in area cussina, ne approfitta Pastorino che gira al volo alle spalle di Bertone: 0 – 2. Un minuto dopo Acerbi potrebbe fare tris: a servirgli la palla è Luca Zero, che sbaglia il disimpegno, ma Bertone questa volta para. Il primo tempo si chiude con gli universitari ancora in attacco, ma senza trovare soluzioni concrete.

Nel secondo tempo i biancorossi partono lancia in resta, ottenendo, ma non trasformandone neppure uno, ben 4 corti nei primi 7 minuti. All’8° occasione per Acerbi, neutralizzata. Al 15° settimo corto per il Cus e questa volta è goal: Luca Zero tira non forte, ma sufficientemente preciso alla destra di Addis: 1 – 2. Nell’occasione, cartellino giallo a Colla per scorrettezze su Durante. Al 18° rientra Tonnicchi per Serafini. Al 19° bella azione Tommaso Durante – Gavazzo – Rainone, il tiro di quest’ultimo finisce fuori di poco.

Il Liguria è visibilmente alle corde, ma resiste ai genovesi concedendo loro solamente due corner corti, non finalizzati. Al 32° cartellino giallo anche a Francese, per proteste. Finisce così 2 – 1 per il Liguria, ruvido, esperto e cinico, contro il Cus Genova più giovane degli ultimi trent’anni. Nove corti a uno per il Cus Genova.

Vittoria ben più netta quella del Savona: 3 – 0 all’HC Genova. La sfida tra le due squadre che si trovavano in testa al girone, ha visto l’argentino Carlos Abrahin ancora una volta fare la differenza, con un corto trasformato nel primo tempo, un rigore nel secondo, e diversi assist. Il terzo goal è stato siglato da Roberto Montagnese che è riuscito a rubare palla sul finire del secondo tempo e a trasformare di iniziativa personale.

Nella classifica del girone di Coppa Italia, dopo 3 giornate su 6, il Savona conduce con 7 punti. Seguono Liguria a 5, HC Genova a 4, Cus Genova a 0. La vincitrice del raggruppamento affronterà il Superba nei 16esimi di finale.

Adesso la Coppa Italia va in letargo, in attesa che si espletino le attività invernali dell’indoor. Il ritorno comincerà il 15 di febbraio con il derby tra Liguria e Savona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.