IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Garlenda, lettera di replica del sindaco Miele

Più informazioni su

Ho letto con attenzione la lettera inviata da Uniti per Garlenda, lista civica che fa capo all’ex Sindaco Dario Braggio. Confesso di avere avuto, e di avere, qualche difficoltà a comprenderne in pieno il significato; ma evidentemente, come tutti, ho ancora aree di miglioramento. Due cose comunque nella lettera sono errate e fuorvianti.

La prima riguarda l’area di incidenza della “Borgata Nuova”, che non e’ un Centro Commerciale di 8.000 mq, bensì un insediamento misto, residenziale, commerciale e di servizi, che occupa circa un terzo di su una superficie di circa 3.000 mq e non come detto di 8.000 mq. L’area di proprietà comunale comprende il nuovo edificio del Comune ed un’edificio a Servizi con palestra, sede della protezione civile, sede per associazioni ed altro al servizio del paese.

La seconda riguarda la zona destinata all’artigianato individuata all’uscita del paese verso Casanova, in località Cian de Berne, che prevede a mezzo SUA (Strumento Urbanistico Attuativo) l’insediamento di circa 10/15 piccole unità artigianali e non si tratta, quindi, di una zona industriale, con grandi capannoni industriali come, invece si vuol fare intendere nella lettera.

Si critica, altresì, la proposta variante stradale, che a nostro giudizio è molto importante ed avrebbe dovuto essere prevista nel Piano Regolatore. Questa variante oggi diventa una priorità per l’armonico sviluppo del paese, annulla gli effetti di quella strettoia che come,giustamente viene rilevato nella lettera, provoca disagio ai cittadini ed agli automobilisti, ed aggiungerei, disagi da molti anni.

Per quanto riguarda poi il depuratore, sorprende ancora una volta che vengano richiesti costosi interventi per l’abbattimento dei cattivi odori, peraltro oggi molto ridotti dopo gli ultimi interventi già effettuati, quando l’amministrazione si stà preoccupando (cosa ben nota alla minoranza) della capacità di smaltimento del depuratore che in taluni periodi dell’anno denuncia criticità, e si sta valutando se sia opportuno/necessario un intervento, molto costoso, dal momento che sarebbe temporaneo ed a fondo perduto.

Prendo poi atto del fatto che nella lettera si denuncino pubblicamente gli errori commessi dall’ex Sindaco Dario Braggio (testuale nella lettera), facendo intendere che gli errori sono quelli di avere programmato in passato (nel Piano regolatore) cose sulle quali oggi non è piu’ d’accordo, come ad esempio l’insediamento della Borgata Nuova.

La denuncia e’ evidentemente strumentale e donota poca serietà perché egli (molto recentemente) ha assunto una posizione di forte opposizione al progetto e solo perché ritiene che possa portargli vantaggi elettorali. Mi chiedo come possa essere credibile e ricandidarsi a sindaco chi rinnega quanto ha programmato nei cinque anni del suo precedente mandato dicendo che il piano regolatore lo hanno fatto “gli ingegneri”.

Per comprendere bene fino a che punto di dettaglio e di chiarezza fosse previsto il progetto, basta leggere il piano regolatore (pubblicato si IVG nei giorni scorsi), che rispecchia integralmente, nell’ubicazione e nelle forme, quello poi approvato dalla nostra Amministrazione.

Questo caso, evidenzia purtroppo un malcostume della politica partitica, di chi interpreta il ruolo della minoranza come “opposizione”. Quindi chi e’ in minoranza deve fare “opposizione” sempre ed in ogni circostanza anche, paradossalmentecome,come in questo caso, in cui vengono attuati, di fatto, progetti previsti in precedenza da chi oggi vi si oppone.

In questo modo perdendo la grande occasione di realizzare,in armonia e continuità, ancorché all’interno di una ragionevole dialettica, interventi condivisi, in aggiunta a quelli nuovi che abbiamo già realizzato, sul territorio, che non sono più procrastinabili, nell’interesse della Comunità e delle generazioni future.

Giuliano Miele,
Sindaco di Garlenda

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.