IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Foce del Letimbro tra le Aree Protette: approvato atto d’indirizzo

[thumb:9494:l]Savona. La giunta comunale di Savona ha approvato un atto d’indirizzo per avviare l’iter di inserimento della foce del torrente Letimbro nel Piano provinciale delle Aree Protette della Provincia. Così spiega l’assessore all’ambiente Jorg Costantino: “Da anni il tratto terminale del Letimbro costituisce un particolare esempio di zona fluviale con presenza di aree a canneti e vegetazione in grado di ospitare numerose specie di avifauna, oltre ad anfibi e pesci. Per questo riteniamo molto importante inserire questa porzione di territorio nel sistema delle Aree Protette”.

Nonostante l’area sia così vicina ad ambienti fortemente antropizzati, la foce del corso d’acqua savonese è divenuta luogo ideale per l’avifauna nidificante come pure per quella migratoria. E’ una sorta di “corridoio ecologico” che, ad esempio, nel caso delle migrazioni, permette a numerose specie di trovare ancora un luogo dove sostare in sicurezza, mantenendo le loro antiche rotte anche all’interno di una città.

L’atto approvato dalla giunta è la premessa per l’insermimento del tratto terminale del torrente all’interno del Piano provinciale delle Aree Protette dei Sistemi Ambientali della Provincia di Savona, approvato dal consiglio provinciale nel mese di luglio del 2005.

“La delibera – sottolinea l’assessore Costantino – ci impegna ad adottare tutte le misure necessarie, nell’ambito delle attività di promozione e valorizzazione ambientale, atte alla conservazione della biodiversità del luogo. Fondamentale sarà l’attività di sensibilizzazione del mondo della scuola nelle tematiche di educazione ambientale, con la possibilità di vedere habitat reali a due passi da casa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.