IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ligure, nasce la superassociazione delle attività produttive

Più informazioni su

[thumb:5531:l]Finale Ligure. Quello che è emerso ieri sera dalla riunione delle tre principali associazioni di categoria finalesi, Albergatori, Bagni Marini e Commercianti, è che la situazione politica di Finale Ligure non piace più a nessuno. Il turismo viene messo in secondo piano e l’attuale amministrazione non riesce a programmare investimenti in quella che diventerà la prima industria finalese una volta che la Piaggio si sarà trasferita a Villanova d’Albenga.

Per la prima volta le tre associazioni, che molte volte si sono attaccate a vicenda, hanno deciso di fare fronte comune e di istituire un comitato formato da 6 persone, i tre presidenti Mauro Rebonato (Bagni Marini), Paolo Tedeschi (Albergatori) e Fabrizio Fasciolo (Ascom) e altre tre volontari per preaparare un programma quinquennale sulle priorità che la futura amministrazione dovrà avere per il rilancio turistico della cittadina rivierasca.

Nella lunga assemblea, a cui i politici finalesi è stato gentilmente chiesto di non partecipare, hanno preso la parola molti imprenditori finalesi, ma il trait d’union della discussione è stata la volontà di unirsi per poter “contare di più” e poter mettere gli uomini giusti nelle elezioni della prossima primavera, imponendo al futuro sindaco una politica con al centro il turismo, dove investire tutte le risorse disponibili per contrastare l’emorragia di vacanzieri (- 8% a luglio 2008 rispetto al 2007, dato addolcito dall’aumento degli stranieri perchè il saldo dei turisti italiani dice – 12%).

L’obiettivo è quello di riuscire a migliorare il risultato ottenuto alle ultime elezioni quando gli albergatori riuscirono a votare in massa l’ex presidente della loro associazione, Angelo Berlangeri, spingendolo sino all’assessorato al Turismo. Questa volta con la nuova “superassociazione” lo scopo è quello di riuscire a portare in consiglio almeno due o tre rappresentanti delle attività produttive. Entro dicembre il programma della neonata superassociazione sarà pronto e a quattro mesi dalle elezioni, se veramente saranno riusciti a fare gruppo, sarà impossibile per i candidati sindaco ignorare le loro richieste.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.