IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Triplice intesa sullo Yepp: martedì la firma di Albenga, Alassio e Loano

[thumb:7124:l]Ponente. Domani, martedì 23 settembre, i comuni di Albenga, Alassio e Loano firmeranno il protocollo di intesa relativo al progetto Yepp (Youth Empowerment Partnership Programme). Questo protocollo ha per oggetto la prosecuzione del progetto Yepp, avviato nel 2007 dai Comuni di Alassio, Albenga e Loano, aderendo alla proposta della Fondazione Comunitaria del Ponente Savonese e della Compagnia di San Paolo.

Il protocollo richiama gli elementi comuni su cui si basa la collaborazione tra i partner e in senso più lato con la rete Yepp, definisce le responsabilità dei partner rispetto alla implementazione del programma, a livello locale, nazionale, internazionale. Il programma si articola in piani operativi locali dei singoli Comuni, ma contiene anche una dimensione di rete ed opportunità di collaborazioni tra le varie Amministrazioni, in quanto la popolazione giovanile cui si rivolge è mobile su tutto il territorio, sia per frequentazioni scolastiche che per il tempo libero, indipendentemente dalla residenza.

Il protocollo prevede la condivisione da parte dei cofirmatari di alcuni principi base, come la missione, che è quella di sviluppare una società civile attiva con il coinvolgimento di bambini e giovani svantaggiati, e le finalità di Yepp, allo scopo di promuovere un cambiamento positivo all’interno della comunità.

I Comuni di Alassio, Albenga e Loano svolgeranno il ruolo di partner locali e si impegnano, con questa firma, ad assicurare l’esistenza dell’infrastruttura locale del programma, oltre che a sostenere progetti e attività definite da ciascun gruppo e a partecipare a Yepp a livello locale, nazionale e internazionale per tutta la durata del programma (dal 2007 al 2011).

Così commenta l’assessore ai servizi sociali del Comune di Albenga: “Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto. Questa firma è un ulteriore passo su una strada intrapresa e ben delineata. Quello dello Yepp è un metodo il cui scopo principale è di governare insieme ai giovani; in questo contesto l’ente locale ha il compito di supportare la loro progettazione. Vorrei sottolineare come investire sui giovani, sulle loro idee e sul loro inesauribile potenziale sia anche una ottimo modo per lottare contro i disagi degli stessi. Credo sia fondamentale dare loro la possibilità di avere un rapporto più attivo con il territorio nel quale vivono e ciò avviene grazie a progetti ben precisi e ad una verifica continua dei risultati conseguiti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.