IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Savona, uso della toilette a palazzo comunale

Più informazioni su

Mesi fa ho assistito alla disgustosa cacciata ad opera di una maleducata impiegata, dal palazzo comunale di Savona, di una giovane, pulita ed educata signora senza fissa dimora, accompagnata da un cagnolino, che aveva osato servirsi della toilette del primo piano che peraltro non recava la scritta “riservato al personale”.

Oggi leggo che il consigliere comunale Giusto ha rivolto un’interpellanza in cui lamenta la presenza di “barboni” che usano i gabinetti del comune.

Forse preferisce che esplichino i loro bisogni per strada? Mi aspetto che l’impiegata sia punita come merita e che il consigliere si scusi.


Mario Nuzza, Savona

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Durante l’estate sulle spiagge libere vengono messi dei gabinetti a nolo, tre anni fa’ vi sono entrato e da allora … ho provveduto ad affittare sdraio, ombrellone …. ed uso servizi.
    .
    Mi sono sempre chiesto : quanto costa l’affitto di uno scatolotto simile (con la gestione scadente collegata)?
    .
    Esiste una forma di concorrenza fra i fornitori di questo servizio?
    .
    Qualcuno e’ tenuto a controllare il servizio reso? chi e’?
    .
    Grazie.

  2. Bruno Pirastu
    Scritto da Bruno Pirastu

    Probabilmente non girano , loro , fuori ( e nemmeno dentro ) le mura cittadine. Servizi Autopulenti , verde pubblico dato in gestione a sponsor privati e … , mi rialaccio a quanto detto da Cobra , nemmeno pensato , sembra , a quelle isole per la differenziata a scomparsa totale ( sotteranee ) nei nuovi insediamenti. In un paese del Pavese hanno realizzato una piazza che un giorno alla settimana serve per il mercato , gli altri come parcheggio, una delle prime cose fatte è stata quella di costruire il gabbiotto per i servizi igienici e la seconda l’isola per la differenziata ad uso degli ambulanti, passando il Lunedi sera in piazza del Popolo vien da piangere ( o ridere ? ). Concordo con Gianetto , forse qualche mostra Kulturale , per adepti , in meno e più ordine e pulizia a Savona e ai Savonesi non farebbero male.

  3. Scritto da antonio gianetto

    Molte città hanno dei servizi igenici autopulenti, a Torino in un parco cittadino all’ estrema periferia, ne ho visto di due tipi, uno per il personale del comune ( di solito giardinieri, in quanto in questa città il verde lo curano, pare che abbiano 170.000 alberi ed ogni hanno ne controllano attentamente 70.000 ), l’ altro a pagamento per il pubblico ( 0,20e ).
    Qui un esempio: http://www.lineacitta.it/ita/home.htm
    Se non si sprecassero soldi pubblici per alcune manifestazioni, forse potremo portarci al pare con le città più civili ed evitare di metterci in mostra, con i gabinetti rossi mobili del comune, che potrebbero andare bene solo per i casi di emergenza.

  4. cobra
    Scritto da cobra

    Preso atto delle umanitarie intenzioni di chi ha innescato questo articolo, sembrerebbe che l’assessore non voglia essere di meno e, con l’aiuto di qualche parente collaboratore, sembra sia studiando la possibilità di collocare alcuni vespasiani attorno al crescent e, se cio’ non bastasse, vedere la disponibilità ad aprire, sempre in loco, due alberghi diurni si perchè anche coloro che hanno altri usi e
    costumi hanno diritto ad espletare, nella giusta riservatezza i propri bisogni corporali.
    Sembra emerso un imprevisto per i vespasiani lo spazio, già perchè sui progetti non è stato tenuto conto di tutti i cassonetti occorrenti per la raccolta rifiuti differenziata perchè li metteranno vero?

  5. Scritto da Hopper

    Quindi , se comprendo bene il pensiero del Sig. Mario Nuzza , tutti coloro che sono senza fissa dimora sono invitati , al fine di non lordare le vie di Savona , a compiere i loro bisogni corporali nei bagni degli uffici comunali o in alternativa nel suo bagno personale (di Mario Nuzza), che certo non vorra’ esimersi dall’ospitare una “pulita ed educata signora” con il suo cagnolino ed i suoi gentili e puliti compagni di strada, perlomeno per il tempo necessario all’assessore Tuvé di dotare Savona di un cesso … pardon … diurno!!!!