IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Rifondazione e Comunisti Italiani in piazza con la Cgil

[thumb:9261:l]Savona. Ci saranno anche militanti e simpatizzanti di Rifondazione comunista e dei Comunisti Italiani sabato 27 ottobre in piazza Sisto IV, a Savona, dove in mattinata si svolgerà la manifestazione organizzata dalla Cgil contro la manovra economica del governo e la riforma della scuola pubblica.

“Le forze della sinistra – affermano Claudio Gianetto del PdCI e Marco Ravera del Prc – ritengono urgente e necessaria la costruzione di un largo fronte di opposizione sociale e politica, in grado di contrastare in modo efficace le iniziative di questo governo, che, con tutti i provvedimenti adottati su scuola, sanità, lavoro, welfare, diritti civili e politici sta dando il meglio di sé nello smantellamento di ogni diritto per milioni di giovani, lavoratori e pensionati”.

“Ci troviamo di fronte ad una vera e propria emergenza democratica non certo contrastata dall’atteggiamento ‘morbido’ del Pd che non esprime una reale alternativa alla destra di governo. Per questo ripartiamo dal basso, ripartiamo dalla piazza” conclundono i due segretari di federazione. Il presidio promosso dalla Camera del Lavoro interesserà, dalle 9 alle 13, piazza Sisto, corso Italia e via Paleocapa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vespa

    X serpe01
    Il figlio di Bossi era solo un esempio conosciuto e forse sarà il vostro faro per il futuro.
    Ho letto i tuoi interventi e devo dire che mi hai quasi convinto.
    Forse hai proprio ragione!
    La scuola rossa e comunista che hai frequentato non era una gran scuola:
    – non stimolava i ragazzi a ragionare
    – insegnavano poco e male
    – bastava frequentare, forse anche saltuariamente, per essere promossi
    – c’era il titolo di studio per tutti, ma proprio tutti!
    – …….
    In matematica come andavi?
    Non mi tornano i conti, se nel tuo profilo dichiari di avere un’età da 26 a 36 anni, come fai ad avere una figlia di 20 anni?

  2. Scritto da marisol

    mi giunge notizia che il PRESIDE DELLA FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA -UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI GENOVA, abbia fortemente criticato gli effetti del decreto germini da REGGIO CALABRIA…
    CHE SIA ANCHE LUI ,UN COMUNISTA MANGIABAMBINI ?????

  3. BrioLenin
    Scritto da BrioLenin

    la risposta di unbe potrebbe anche essere una soluzione a questa domanda…hiihih…
    il problema ora dove sta? vogliamo farne una colpa alla sinistra…si vede che la sinistra ha saputo difendere o comunque meglio interpretare i bisogni dei dipendenti della scuola…allora perchè non ci lamentiamo del fatto che la maggior parte degli imprenditori sono di destra…fino a prova contraria ogni forza poltica difende particolari categorie…

    poi se ci sono poche persone di destra che si vogliono impegnare o che hanno le capacità di insegnare e di svolgere il ruolo di docenti e professori non possiamo farci nulla…

    io personalmente ho avuto professori di filosofia e storia sempre di destra…allora? il problema dove sta?

    scusate il termine…ma questa cosa del i professori sono tutti di sinistra mi pare una vera e propria pagliacciata…anche perchè a scuola non si fa politica ma si insegnano determinate materie…un professore non deve essere giudicato per la sua inclinazione politica ma per la sua capacità di insegnamento…non vedo l’utilità e il senso di queste levate di scudi nei confronti del fatto che molti docenti siano di sinistra…

  4. unbe
    Scritto da unbe

    Questo forse perchè le persone che hanno un pò di cultura e di intelligenza difficilmente si schierano con la destra… :P

  5. serpe01
    Scritto da serpe01

    cari FIDEISTI,
    cosa c’entra il governo,il ministro,il comune……..il quartiere,
    con l’insegnamento
    che in italia è perfettamente libero,
    mai nessuno ha imposto i testi ,
    che sono scelti dagli insegnanti,
    mai nessuno ha chiuso la bocca a visioni
    da sinistra della storia,letteratura,filosofia,legge………ecc

    io ho solo detto che nell’insegnamento la sinistra è ancora
    molto seguita,io credo che 80% degli insegnanti con incarichi formativi
    vada dalla sinistra cattolica a tutte le frange dell’arcobaleno di sinistra.

    esempio personale
    ho una figlia di venti anni,
    elementari tre insegnanti:una formativa attivista di sinistra,altra sinistra cattolica,
    la terza che contava poco ,neutra
    superiori……..non sono riuscito a trovarne una che fosse vicino ad idee centriste
    università……….prof attivisti,pubblicisti,parlamentari…….tutti di sinistra……

    con questo mia figlia,che non ha fortunatamente i para occhi ,va avanti……
    e spesso ha scavalcato “i cavalli di frisia”